Calcio | Nazionale

Milan, Adani: «Bonucci e Musacchio non possono funzionare»

Interessante approfondimento tecnico-tattico sulla difesa del Milan da parte del commentatore Sky ed ex difensore azzurro Lele Adani. Si discute di una presunta incompatibilità tra capitan Bonucci e Musacchio, ma anche delle difficoltà che dovrebbe affrontare la squadra di Montella con la difesa a 3.

Capitan Bonucci con mister Montella
Capitan Bonucci con mister Montella (ANSA)

MILANO - Il day after di una disfatta porta inevitabilmente con sè tutta una serie di analisi, commenti, valutazioni da parte di opinionisti, tecnici e addetti ai lavori. Tra i tanti, una voce merita di essere ascoltata con maggiore attenzione, quella di Lele Adani, apprezzatissimo commentatore di Sky ed ex difensore centrale di Inter, Brescia, Fiorentina etc. etc. 
Interpellato sul primo reale e concreto momento di difficoltà del nuovo Milan assemblato con pazienza da Vincenzo Montella, Adani ha puntato il microscopio sul reparto che ha fatto maggiormente acqua all’Olimpico: la difesa.

Ruolo diverso
«Bonucci - le parole dell’opinionista Sky al Corriere della Sera -, che è un grandissimo campione, è sempre stato in un contesto di campioni collaudati che lo proteggevano davanti, dietro, a destra e a sinistra. Lui poteva fare il numero 10 della difesa, poteva concedersi un po’ di anarchia, di giocate a intuito, perché c’erano soldati che marcavano. Al Milan ha un ruolo diverso, il protagonista è lui, deve essere concentrato, cattivo e far crescere i compagni».

Troppo simili
Poi c’è l’aspetto del compagno di reparto, argomento che secondo Adani merita di essere sviscerato con attenzione: «Non sono sicuro che Musacchio sia il suo compagno ideale, perché sono troppo simili, giocano a intuito, di posizione, leggendo le situazioni. Forse meglio altre coppie, con uno dei due più marcatore. Per quanto riguarda la difesa a 3, dipende dall’interpretazione, se si trasforma a 4 o a 5, a come lavorano gli esterni, alla protezione, ai meccanismi. Ci possono essere benefici e controindicazioni. Ad esempio, se Musacchio fa il centrale di destra della difesa, in Italia può ritrovarsi davanti esterni veloci come Perisic, il Papu Gomez, a questo punto forse meglio Zapata».