27 giugno 2019
Aggiornato 06:00
MotoGP | Gran Premio di San Marino

Petrucci porta in alto la Ducati, Marquez per terra

Danilo, con la Desmosedici satellite del team Pramac, è il più veloce di tutti nella seconda sessione di prove libere, per appena cinque millesimi su Maverick Vinales (Yamaha) e 63 sull'altra Rossa ufficiale di Andrea Dovizioso. Marc scivola alla curva 16 e chiude solamente al quinto posto

MISANO ADRIATICO – La Ducati torna davanti a tutti nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio di San Marino, ma stavolta grazie a Danilo Petrucci. Il pilota di casa, in sella alla Desmosedici satellite del team Pramac, ha sopravanzato sul finale Maverick Vinales, con una rediviva Yamaha, di appena cinque millesimi, mentre l'altra Rossa ufficiale, quella del leader del Mondiale Andrea Dovizioso, a 63 millesimi. Più arretrata invece la Honda, che aveva dominato la sessione del mattino: Dani Pedrosa è quarto a un decimo, Marc Marquez quinto a due, ma anche a causa di una scivolata alla curva 16 che gli ha impedito di girare negli ultimi minuti del turno.

Iannone nei dieci
A seguire troviamo la terza moto di Tokyo, quella satellite di Cal Crutchlow, e un'altra Ducati, quella della wild card Michele Pirro. Il secondo pilota ufficiale di Borgo Panigale, Jorge Lorenzo, è l'ultimo dei suoi, con l'ottava posizione. Entrano nei primi dieci, e dunque sono provvisoriamente qualificati per la fase finale delle qualifiche di domani, anche Andrea Iannone con la Suzuki e Tito Rabat con la Honda di Marc Vds. La MotoGP torna in pista domani mattina alle 9:55 con la terza sessione di prove libere.