6 dicembre 2019
Aggiornato 02:30

Di Biagio: «La Spagna non è così lontana»

L'Under 21 azzurra deve far tesoro della sconfitta con la Spagna e voltare subito pagina. Luigi Di Biagio ha parlato in conferenza stampa dell'amichevole con la Slovenia ricordando lo 0-3 di Toledo contro gli iberici.

Aldo Di Biagio, allenatore della nazionale Under 21
Aldo Di Biagio, allenatore della nazionale Under 21 ANSA

CITTADELLA - Far tesoro della sconfitta con la Spagna e voltare subito pagina, a cominciare dall'amichevole con la Slovenia in programma domani sera allo Stadio «Piercesare Tombolato» di Cittadella: è questo l'invito di Luigi Di Biagio, che alla vigilia del match con i pari età sloveni è tornato a parlare del ko di venerdì a Toledo: «E' una gara che ci servirà a crescere - l'analisi del tecnico azzurro in conferenza stampa - e che ci ha permesso di capire a che punto sono i ragazzi nuovi. Sicuramente avremmo dovuto giocare meglio, ma il risultato è stato troppo severo in considerazione del fatto che abbiamo costruito più palle gol, fatto più tiri in porta e che i dati sul possesso e sul recupero palla sono simili. Va sottolineato inoltre che il loro portiere, insieme a Merino, è stato il migliore in campo».

STRADA GIUSTA - L'Italia è solo all'inizio di un nuovo percorso, che si concluderà tra due anni con un Campionato Europeo da giocare davanti ai propri tifosi: «C'è da migliorare dal punto di vista del gioco - sottolinea Di Biagio - perché lì abbiamo sofferto come storicamente accade, però direi che siamo sulla strada giusta, dobbiamo continuare ad insistere con questi ragazzi che stanno assorbendo e cercando di capire quello che sto chiedendo. Dobbiamo lavorare più sulla gestione della palla e sulla consapevolezza che se vuoi giocare in campo internazionale e non fai un certo tipo di calcio non vai lontano».

SLOVENIA AGGRESSIVA - Domani, quattro anni e mezzo dopo il successo in amichevole sulla Russia (2-0 con gol di Immobile e Insigne), l'Under 21 tornerà a giocare a Cittadella contro un'avversaria che nei 7 precedenti ha raccolto solo un pareggio e ben 6 sconfitte, comprese le ultime due (1-0 a Reggio Emilia, 3-0 a Capodistria) nelle gare di qualificazione al Campionato Europeo di Polonia 2017. «Sarà una gara diversa rispetto a quella di venerdì - avverte Di Biagio - loro sono una squadra più aggressiva e meno tecnica della Spagna, ci daranno meno spazi in fase di costruzione del gioco e di conseguenza bisognerà velocizzare l'azione offensiva».