8 marzo 2021
Aggiornato 22:30
Calcio

Il Milan e Belotti sono ad un passo

Il centravanti del Torino incontrerà il presidente granata Cairo per chiedere ufficialmente la cessione ai rossoneri che sono pronti ad alzare l’offerta per il bomber bergamasco

MILANO - Il matrimonio fra Andrea Belotti e il Milan pare veramente destinato a realizzarsi. Neanche una clausola da 100 milioni di euro è riuscita a frapporsi tra le due parti, troppo innamorate l’una dell’altra per perdersi. Sfumato Morata (ufficializzato dal Chelsea), lontanissimo Aubameyang (per il quale c’è stato anche un incidente diplomatico fra Milan e Borussia Dortmund) e poco stuzzicante Kalinic (rientrato mestamente nel ritiro della Fiorentina a Moena), i rossoneri hanno spinto sull’acceleratore per Belotti, convincendo il calciatore e trovando con lui un accordo totale; ora per il Milan c’è da abbattere le ultime resistenze di Urbano Cairo, presidente del Torino, a cui nelle prossime ore Belotti chiederà ufficialmente di lasciarlo andare a Milano, scelta a cui il patron torinista non vuole opporsi, ma solamente ad una condizione, ovvero che Marco Fassone alzi l’iniziale proposta di 40 milioni più i cartellini di Niang e Paletta. Cairo chiede 60 milioni più i due calciatori, ma è decisamente probabile che di fronte ad un’offerta di 50 possa cedere per poi gettarsi all’assalto di Giovanni Simeone del Genoa, erede designato di Belotti. Un’operazione lunga e complicata, ma ora il Milan e Andrea Belotti sono davvero vicinissimi ad un sì che renderebbe la compagine di Vincenzo Montella un autentico squadrone ai nastri di partenza del prossimo campionato.