19 novembre 2019
Aggiornato 21:00

La Mercedes torna davanti, Vettel rallentato dai guai tecnici

Il più veloce nella terza sessione di prove libere del Gran Premio dell'Azerbaigian è Valtteri Bottas, ma la Ferrari può comunque contare su Kimi Raikkonen che lo tallona a meno di un decimo. Lewis Hamilton se ne prende quattro di distacco, ma peggio va a Seb, solamente dodicesimo

BAKU – Doppietta tutta finlandese nella terza e ultima sessione di prove libere del Gran Premio dell'Azerbaigian. Spezzando il dominio targato Red Bull che si era visto ieri, è la Mercedes a portarsi in testa, grazie a Valtteri Bottas. Ma a meno di un decimo dal suo connazionale si piazza la Ferrari di Kimi Raikkonen, che fino all'ultimo minuto gli ha conteso la prima posizione. Ben più arretrata l'altra Freccia d'argento di Lewis Hamilton, che conclude sì al terzo posto, ma accusando un distacco addirittura di quattro decimi di secondo.

Molti problemi
Le due Lattine di Daniel Ricciardo e Max Verstappen sono stavolta solo quarta e sesta, inframmezzate dalla Force India di Esteban Ocon. Per il baby fenomeno olandese la sessione si è però conclusa in anticipo quando il suo motore Renault ha accusato un calo di potenza, costringendolo a parcheggiare a lato della pista a dieci minuti dalla bandiera a scacchi. Anche per la Ferrari, però, non è stato un turno facile: a venti minuti dal termine il muretto box rosso ha chiesto infatti a Sebastian Vettel di rientrare nel suo garage per permettere ai meccanici di riparare un problema alla pompa dell'acqua. Il tedesco non è quindi riuscito a far meglio del dodicesimo posto. Peggio di tutti, però, è andata a Jolyon Palmer, la cui Renault ha preso fuoco a inizio sessione ed è stata dunque abbandonata a lato del circuito. La Formula 1 torna in pista alle 15 per le qualifiche.