26 giugno 2022
Aggiornato 04:30
Calciomercato Milan

Milan, Juve, Manchester Utd, Psg: a ciascuno il suo…bomber

Cresce la febbre del gol in tutta Europa. Alcuni dei più forti attaccanti del continente sono con le valigie pronte in attesa di cambiare squadra e il valzer delle punte coinvolge tutte le big europee, da Milan e Juve, fino a Chelsea, Arsenal, Bayern Monaco e Manchester United.

Lukaku, Belotti, Aubameyang, tre dei bomber al centro del mercato
Lukaku, Belotti, Aubameyang, tre dei bomber al centro del mercato Foto: ANSA

MILANO - Partiamo da una certezza pressochè assoluta: da qui al 31 agosto un’autentica tempesta - quella legata al mercato degli attaccanti - sconvolgerà gli equilibri del calcio europeo. Milan, Juventus, Manchester United, Bayern Monaco, Paris Saint Germain, tutti cercano una punta di diamante per impreziosire il reparto offensivo e tanti sono i nomi che circolano e che popolano le fantasie dei rispettivi tifosi. Si passa da Morata a Belotti, da Aubameyang a Diego Costa, da Alexis Sanches a Keita Balde, da Lukaku a Mbappè: parafrasando Pirandello, otto centravanti in cerca di squadra.

Juve, avanti con Keita
E allora cerchiamo di capire che tipo di collocazione potrebbero trovare i più grandi bomber del continente, partendo naturalmente dalle due squadre del campionato italiano coinvolte in questo valzer delle punte, Milan e Juventus. Dal punto di vista dei campioni d’Italia tutto sembra fin troppo definito: con Gonzalo Higuain e Mario Mandzukic già in rosa, più che un centravanti occorre un attaccante esterno capace di fare la differenza in zona gol. E il nome giusto è quello di Keita Balde Diao. Peccato che il senegalese sia già stato ceduto dalla Lazio al Milan in un formato-convenienza comprendente anche Lucas Biglia. A fare la differenza però sarà la volontà del calciatore e fin qui il classe ’95 ex Barcellona è stato chiaro: lui vuole solo la Juve, quindi questo matrimonio, anche se a fine mercato, si farà.

Milan-Belotti
Con buona pace del Milan che dovrà rivolgersi altrove per trovare un esterno di qualità e efficacia offensiva, ma i rossoneri per ora sono concentrati su un altro acquisto che probabilmente deciderà le sorti della squadra di Montella nella prossima stagione: quello del centravanti. E qui la strada di Fassone e Mirabelli potrebbe incrociarsi con quella dei dirigenti del Manchester United, visto che gli obiettivi dei diavoli italiani e inglesi sono gli stessi, Alvaro Morata e Andrea Belotti. La tarantella dello spagnolo Milan-si, Milan-no ha urtato sensibilmente l’universo rossonero, tanto che l’intenzione sarebbe quella di lasciare via libera a Mourinho. Una scelta che potrebbe consentire ai rossoneri di avere la strada spianata verso il Gallo azzurro, anche se ci sarà da limare le pretenziose richieste del presidente Cairo, tutt’altro che ben disposto nei confronti della cessione del suo centravanti.

Lukaku e Morata da Conte e Mou
Collocati idealmente Morata, Belotti e Keita, restano le questioni più complicate, ma non per questo impossibili da decifrare. Una delle operazioni al momento più probabili è quella che porterà Alexis Sanchez dall’Arsenal al Bayern Monaco, con Arsene Wenger letteralmente impazzito per il baby fenomeno del Monaco Kylian Sanmi Mbappé Lottin, attaccante del Monaco classe 1999 per il quale i Gunners hanno messo sul piatto addirittura 150 milioni di euro. Anche il Chelsea, dopo aver liquidato la pratica Diego Costa (centravanti giubilato dal tecnico dei Blues Antonio Conte con un sms) sembra essersi sistemato con l’acquisto di Romelu Lukaku dall’Everton per una cifra vicina ai 100 milioni di euro.

Destinazione Cina
Restano fuori dal mazzo proprio il basiliano-spagnolo ex Atletico Madrid e il centravanti del Borussia Dortmund Aubameyang, entrambi imprigionati da richieste insensate di stipendi da 12-14 milioni di euro l’anno. Per il gabonese probabile un ritorno in Francia dove ad accoglierlo c’è il Paris Saint Germain, Diego Costa invece potrebbe finire in Cina, magari solo una stagione, in attesa che termini l’embargo del mercato a Madrid, sponda Colchoneros, dove l’attuale centravanti del Chelsea tornerebbe volentieri.