13 dicembre 2019
Aggiornato 09:30

Jorge Lorenzo insegue l'impresa: vincerà la sua prima su Ducati?

La pista di Losail, che questo weekend ospita il Gran Premio inaugurale della stagione, è molto favorevole alla nuova Desmosedici del pilota spagnolo: chissà se questo gli basterà per portarla al successo fin dal suo esordio in rosso

Jorge Lorenzo ai box Ducati con il suo coach Michele Pirro
Jorge Lorenzo ai box Ducati con il suo coach Michele Pirro Michelin

DOHA – Dopo le tre sessioni di test invernali che si sono svolte in Malesia, Australia e, dieci giorni fa, in Qatar, la Ducati è pronta per affrontare la gara d’apertura del campionato mondiale MotoGP 2017, in programma domenica sera sul circuito di Losail, nei pressi di Doha. Quest’anno i due alfieri della Rossa di Borgo Panigale sono Jorge Lorenzo, 29 anni, e Andrea Dovizioso, che festeggerà il suo 31° compleanno proprio giovedì, in concomitanza con l’inizio delle attività in pista del primo GP della stagione. Entrambi i piloti affronteranno la sessantanovesima edizione del campionato alla guida della Desmosedici GP versione 2017, presentata alla stampa il 20 gennaio scorso nell’Auditorium Ducati di Borgo Panigale. Durante le sessioni di prove che hanno preceduto la prima gara della stagione sia Dovizioso che Lorenzo hanno costantemente migliorato il loro feeling con la nuova moto, ed hanno terminato rispettivamente al secondo e al quarto posto l’ultima sessione di test pre-campionato a Losail. «Dopo l’ultimo test di alcuni giorni fa su questo circuito affronto la prima gara della stagione con fiducia e ottimismo – dichiara Por Fuera – Questa è una pista che mi piace molto e le caratteristiche della mia Ducati si adattano bene al tracciato di Losail, per cui credo che saremo veloci fin da subito. Dobbiamo trovare ancora qualcosa per migliorare ulteriormente il nostro passo gara, cercando anche di capire la soluzione migliore a livello di pneumatici per affrontare i 22 giri della gara, ma comunque io arrivo in Qatar con delle buone sensazioni e con molta voglia di far bene. Questo sarà il mio primo Gran Premio in sella ad una Ducati e quindi per me sarà un weekend davvero molto speciale».

Podio alla portata di Desmodovi
Gli fa eco il suo compagno di squadra Andrea Dovizioso: «Nei test di dieci giorni fa su questo circuito abbiamo fatto un buon lavoro, e quindi arriviamo alla gara pronti per le diverse condizioni che potremo trovare. Sono contento di aver avuto la conferma delle nostre buone prestazioni e della competitività della nuova moto, per cui possiamo puntare ad un buon risultato. Come sempre all’avvio di stagione abbiamo ancora qualche incognita da risolvere soprattutto in funzione gara, perché in questo circuito non è facile mantenere lo stesso passo per 22 giri e la pista richiede un impegno fisico notevole. Negli ultimi due anni però ho sempre lottato per la vittoria e spero che anche quest’anno mi troverò nella stessa situazione, anche se so che non sarà facile perché alcuni dei nostri rivali hanno un ottimo passo. Sono però davvero ottimista per la gara e quindi punto chiaramente ad una posizione sul podio». Il weekend del GP del Qatar, diversamente del resto delle gare in calendario, avrà inizio già giovedì sera con la prima sessione di prove libere alle 19:55 locali (17:55 in Italia), mentre la gara è prevista per domenica sera alle 21 locali (20 in Italia).