6 dicembre 2019
Aggiornato 01:00

Milan: da Suso a Donnarumma l’obiettivo è il rinnovo

A poco più di una settimana dal closing che segnerà il passaggio dell’Ac Milan dalla Fininvest di Berlusconi al consorzio cinese SES, si lavora al prolungamento di contratto di due protagonisti della stagione rossonera: Donnarumma e Suso.

MILANO - Iniziano ad accumularsi gli impegni per Marco Fassone, prossimo amministratore delegato dell’Ac Milan, incaricato dal consorzio di imprenditori cinesi Sino-Europe Sports di seguire e mettere a punto politiche e strategie del club rossonero targato Pechino. Apposte le preziose firme in calce al contratto che segnerà il passaggio della società di via Aldo Rossi da Fininvest a SES, appuntamento venerdì 3 marzo, uno dei primi compiti di Fassone, coadiuvato dal futuro direttore sportivo Massimiliano Mirabelli,  sarà quello di mettere a punto la questione spinosa e delicatissima di alcuni rinnovi di contratto.

Gigio in attesa

Sul taccuino dell’ex dirigente di Juventus, Napoli e Inter ci sono due nomi ben evidenziati, quello di Gianluigi Donnarumma e quello di Jesús Joaquín Fernández Sáez de la Torre, meglio noto come Suso.

Per quanto riguarda il portierone rossonero, tra tre giorni finalmente maggiorenne, non ci sono sostanziali novità. Come ribadito a più riprese, il procuratore del ragazzo, il potentissimo Mino Raiola, attende di fare conoscenza con la nuova proprietà dell’Ac Milan prima di far impegnare Donnarumma per i prossimi 5 anni. Quindi non resta che attendere poco più di una settimana per il grande incontro che - ci auguriamo - consegnerà Gigio alla storia rossonera.

Per Suso è tutto pronto

Diverso il discorso per il fantasista spagnolo Suso, protagonista di un’eccellente stagione e probabilmente la rivelazione più sorprendente del nuovo Milan di Montella. L’ex Liverpool è tutt’ora vincolato da un contratto che scade nel 2019 a circa 1 milione di euro l’anno. Comprensibile, visto l’exploit dell’attaccante (già sei gol più sette assist in campionato) il desiderio di entrambe le parti di adeguare l’accordo, prolungandolo di un paio d’anni.

Ecco quindi l’idea: quinquennale al doppio della cifra attuale, con scadenza giugno 2021. Tutti d’accordo e pronti alle firme, naturalmente solo dopo quelle più importanti relative al closing. Dopo il 3 marzo, Suso sarà gratificato da un nuovo accordo e i tifosi del Milan avranno un pensiero in meno.