29 novembre 2020
Aggiornato 03:00
Calcio - Serie A

Milan, l’allarme di Montella: «Ci manca mezza Nazionale»

L’allenatore rossonero risponde con vigore ed orgoglio all’analisi dell’ex Costacurta sulla mancanza di italiani nella squadra schierata contro la Fiorentina: «Stiamo giocando senza 6 nazionali italiani, di cui almeno 3 titolari azzurri».

MILANO - A Vincenzo Montella devono essere andate di traverso le considerazioni ascoltate in fase di presentazione di Milan-Fiorentina negli studi di Sky, presenti la padrona di casa Ilaria D’Amico, il giornalista Paolo Condò e gli opinionisti ex-calciatori Giancarlo Marocchi e Alessandro Costacurta. Il quesito del giorno era: «Che fine ha fatto il Milan giovane e italiano?». 

6 azzurri infortunati

Dal grande ex difensore rossonero la prima bordata: «A Doha, nella finale di Supercoppa contro la Juventus, erano 8 gli italiani in campo nel Milan, stasera contro la Fiorentina ce ne saranno appena 2. Tutto questo fa riflettere». 

Teoria supportati dagli astanti ma rigettata con veemenza dall’allenatore rossonero. Interpellato sull’esito della partita, vinta dal Milan per 2-1, il tecnico di Pomigliano D’Arco non si è perso in preamboli: «A chi ci critica, vorrei ricordare che stiamo giocando senza 6 nazionali italiani, di cui almeno 3 titolari azzurri».

Il progetto va avanti

Costacurta, Marocchi, D’amico, boom…tutti colpiti e affondati. Perchè l’attacco è apparso pretestuoso e la risposta di Montella inattaccabile: al Milan di ieri mancavano De Sciglio, Bonaventura, Romagnoli (tutti titolari della nazionale di Conte), ma anche Antonelli, Montolivo, Locatelli (lasciato a riposo dopo un periodo di comprensibile appannamento) e perfino Calabria, titolare dell’Under 21 di Di Biagio. Tutti infortunati e ormai ospiti fissi dell’infermeria di Milanello. Malgrado tutto e tutti, il progetto del Milan giovane e italiano va avanti con orgoglio.