23 ottobre 2019
Aggiornato 19:30

Luiz Adriano e Vangioni: destinazione Portogallo

Alla vigilia dell’ennesima sessione di mercato a budget 0 si infittiscono le voci e le manovre per cercare di vendere qualche calciatore rossonero grazie al quale fare cassa. Su Luiz Adriano e Vangioni sembra esserci lo Sporting Lisbona, ma sul brasiliano c’è anche un’opzione cinese.

MILANO - Appurato che anche per la prossima sessione di mercato non ci saranno fondi a disposizione, visto l’ennesimo ritardo sulla chiusura delle operazioni per la cessione del club, in via Aldo Rossi si lavora per liberare qualche posto a Milanello, nella speranza di riempirlo con qualche innesto più funzionale al progetto tecnico di Vincenzo Montella.

Detto più volte che il principale indiziato a lasciare la comitiva è Carlos Bacca, l’unico ad avere un minimo di mercato e in grado di portare nelle squinternate casse rossonere un po’ di liquidi, iniziano a prendere corpo diverse altre operazioni di contorno.

Luiz e Leonel

Una di queste ha quali protagonisti il terzo centravanti del Milan (dopo lo stesso Bacca e Gianluca Lapadula) Luiz Adriano, e il terzino argentino Leonel Vangioni. Il primo, se il futuro presidente dell’Inter non avesse fatto una imbarazzante retromarcia, avrebbe già liberato il suo armadietto dallo scorso gennaio, allorchè Adriano Galliani lo cedette allo Jangsu Suning, salvo vederselo recapitare nuovamente a Milano dopo il voltafaccia del club cinese. 

Il secondo invece, arrivato in estate a parametro 0 al termine di una delle operazioni più incomprensibili della storia del mercato rossonero, può vantare il non invidiabile primato di non essere riuscito a giocare neppure un minuto ufficiale con la maglia del Milan, meritandosi di diritto un rapido ed immediato foglio di via. 

Portogallo o Cina

Secondo radio mercato, domenica scorsa a San Siro è stato avvistato un emissario dello Sporting Lisbona, ufficialmente per visionare Vangioni, ma interessato anche al centravanti brasiliano ex Shakhtar. Il vero problema è l’eventuale formula dell’accordo, perchè se è vero che per il mancino argentino il Milan potrebbe accontentarsi di un prestito con diritto di riscatto, per Luiz Adriano Galliani vorrebbe incassare almeno 10 milioni, che aggiunti al cospicuo risparmio sull’ingaggio (il numero 7 rossonero è zavorrato da un ricchissimo contratto quinquennale da 3 milioni di euro netti a stagione), garantirebbero un minimo di disponibilità per tentare di acquistare il centrocampista centrale di cui Montella ha bisogno.

Difficile - se non impossibile - però pensare che lo Sporting Lisbona riesca ad arrivare a tanto. E allora meglio sperare nel ritorno di fiamma di qualche ricco club cinese, probabilmente l’unica chance per il Milan di poter incassare qualcosa dal cartellino di Luiz Adriano.