22 maggio 2019
Aggiornato 09:00

Biglia, nuova suggestione per il mercato del Milan

Inizia a prendere forma il Milan del futuro. Con il pagamento della seconda tranche della caparra, il club rossonero è sempre più nelle mani dei cinesi, pronti ad investire 350 milioni di euro nei prossimi tre anni per rinforzare la squadra. E i tifosi milanisti possono tornare a sognare.

MILANO - Con la conferma arrivata ieri da Sino-Europe Sports Investment che la cordata cinese investirà 350 milioni di euro nei prossimi tre anni per rinforzare la squadra e riportarla sul tetto del mondo, è iniziato il vero mercato del Milan. Manca ancora un tassello importante, quello del nuovo direttore sportivo che andrà ad affiancare il futuro amministratore delegato e direttore generale di Casa Milan Marco Fassone, poi la task force rossonera sarà pronta a scatenarsi su tutti gli obiettivi che Montella ha già chiesto.

Rodrigo Caio per la difesa

Innanzitutto un difensore centrale, per il cui nome si fa sempre più concreta la pista che porta a Rodrigo Caio. Il centrale brasiliano, fresco di passaporto italiano, nell’ultimo giorno del mercato è stato pericolosamente insediato dal ricco Napoli del post-Higuain. Poi finalmente l’ostico Urbano Cairo è crollato di fronte ai quasi 30 milioni di euro offerti da De Laurentiis per Maksimovic, così adesso la minaccia partenopea sembra essere sventata. Sul campione olimpico del Brasile però si sono concentrate le attenzioni anche di diversi altri club europei, tra cui il Siviglia, il Valencia e il Tottenham. Il Milan sembra ancora nettamente in vantaggio, specialmente se riuscirà a far pervenire in tempi stretti al San Paolo, club proprietario del cartellino di Rodrigo Caio, un’offerta tra i 15 e i 20 milioni di euro, cifra che potrebbe convincere il club biancorossonero a cedere il suo difensore.

Un esterno al posto di Honda

Attenzione anche al possibile arrivo di un attaccante esterno. Con il probabile addio del sempre più emarginato Keisuke Honda (il giapponese è in scadenza di contratto a giugno 2017 e quindi si farà di tutto per cederlo a gennaio, magari in Premier League, e monetizzare dal suo addio) le attenzioni della dirigenza rossonera potrebbero concentrarsi su un esterno mancino in grado di giocare a destro. Il ritratto di Federico Bernardeschi, possibile nuovo obiettivo di Fassone e dei cinesi, sembra essere quello perfetto per un Milan giovane, forte e italiano.

B&B dalla Fiorentina

Il vero investimento, quello importante ed indifferibile, che però il club di via Aldo Rossi pare essere pronto a sostenere è per l’acquisto di un regista. Il tentativo andato a vuoto in estate - naturalmente per mancanza di pecunia - di consegnare a Montella il croato Milan Badelj potrebbe essere ribadito. In caso però la Fiorentina dovesse alzare il muro, come spesso è capitato nella recente storia dei due club, Marco Fassone ha già individuato la possibile alternativa, Lucas Biglia.

Il sogno Biglia

Identificare il centrocampista argentino come un’alternativa è un peccato di leggerezza che vogliamo evitare di commettere. Il regista della Lazio rappresenta probabilmente la prima scelta per il Milan, ma costringerebbe i rossoneri ad investire almeno 30 milioni di euro, tanto quanto chiede il presidente biancoceleste Lotito, per un ottimo calciatore ma pur sempre trentenne. Ecco perché l’opzione Badelj va tenuta ancora in gran considerazione. L’unica certezza è che la lista dei desideri di Vincenzo Montella, un difensore centrale, un attaccante esterno e un regista, stavolta sarà esaudita. E con essa anche la voglia dei tifosi rossoneri di tornare a sognare.