5 dicembre 2022
Aggiornato 03:30
Calciomercato-Milan

Milan: quasi fatta per Musacchio, ma l’argentino ha un problema

Continua il lavoro incessante della task force di mercato rossonera per mettere a disposizione di Montella una squadra costruita per vincere. Dopo aver posto le basi per il talento croato Pjaca, Galliani pare aver convinto anche Musacchio. Ma il difensore argentino ha un problema infortuni.

MILANO - Il nuovo Milan disegnato da Vincenzo Montella inizia a prendere forma. Il vecchio amministratore delegato rossonero Adriano Galliani e il possibile nuovo ad Nicholas Gancikoff sono al lavoro per esaudire tutti i desideri dell’aeroplanino e, dopo aver praticamente convinto Marko Pjaca, sono vicini a chiudere un altro colpo: Mateo Musacchio.

Il classe 1990 del Villareal, roccioso anche se non altissimo (182 mc), potrebbe diventare a breve un nuovo calciatore del Milan e completare di fatto un reparto, quello della difesa, che mancava solo del centrale titolare da accoppiare ad Alessio Romagnoli.

Quanti infortuni

Il difensore argentino è di sicuro un calciatore affidabile, discreto anche sotto la porta avversaria (1 + 3 gol nelle ultime due stagioni), ma potrebbe rappresentare un problema per il nuovo Milan per una vaga predisposizione agli infortuni.

Nelle ultime due edizioni della Liga, Mateo Musacchio ha disputato appena 27 partite (14 nel 2014/15 e 13 nel 2015/16), non proprio una garanzia di affidabilità e solidità.

Tanti problemi muscolari

Ed è soprattutto la tipologia di infortuni a preoccupare lo staff milanista, perché tolta la frattura al perone rimediata il 13 aprile 2015 che ha costretto il difensore a restare fuori per 231 giorni, tutti gli altri stop di Musacchio sono riconducibili a problemi muscolari alla coscia, a testimonianza di una fragilità che dovrebbe rappresentare un campanello d’allarme per il Milan.

Solo nelle ultime due stagioni il difensore del «Submarino Amarillo» è stato costretto a fermarsi il 29 settembre 2014 (101 giorni fuori) per uno stiramento alla coscia, appena due mesi dopo il suo rientro è arrivata la frattura al perone, e poi ancora due infortuni muscolari, il primo il 29 febbraio 2016 (fuori per 6 giornate), poi il 31 marzo 2016 (altre 7 partite saltate).

La speranza è che a Milan Lab si faccia ogni tipo di approfondimento sulla tenuta fisica di Musacchio, prima di investire i circa 25 milioni pretesi dal Villareal.