2 aprile 2020
Aggiornato 11:30
Successo limpido a Barcellona

Grande Valentino: beffa ancora gli spagnoli in casa

Rossi trionfa nel Gran Premio di Catalogna: imprendibile a inizio gara e freddissimo nel duello con Marc Marquez sul finale. Il pilota della Honda chiude secondo davanti a Pedrosa, Jorge Lorenzo si ritira riaprendo il Mondiale

Valentino Rossi in azione a Barcellona
Valentino Rossi in azione a Barcellona Michelin

BARCELLONA – Irresistibile Valentino Rossi. Alla domenica del Gran Premio di Catalogna ribalta il suo weekend: più veloce di tutti nel warm up, anche in gara conferma la sua superiorità sul circuito di Barcellona, tornando al trionfo proprio nella tana del lupo. La sua è stata una vittoria cristallina, costruita prima con un ritmo martellante nei primi giri e poi rispondendo colpo su colpo agli assalti all'arma bianca di Marc Marquez nel finale di corsa. L'idolo di casa della Honda si è così dovuto accontentare del secondo posto, davanti al suo compagno di squadra Dani Pedrosa. A secco, invece, finisce Jorge Lorenzo, centrato da Andrea Iannone nel bel mezzo di una gara insolitamente opaca per lui: una battuta d'arresto pesante, in chiave iridata, per il pilota maiorchino. Quarto posto per un ottimo Maverick Vinales su Suzuki, solo settima la Ducati di Andrea Dovizioso.

La storia della gara
È Jorge Lorenzo a fregare tutti al via, portandosi in testa alla prima curva. Ma il suo passo gara si rivela presto non all'altezza di quello degli altri big: così Por Fuera viene gradualmente risucchiato dal gruppo. In compenso è Valentino Rossi a risalire, dopo una partenza balbettante in cui aveva perso tre posizioni: al primo passaggio sul traguardo è già a ridosso del podio, poi, a suon di giri veloci, infila uno ad uno le Honda e il suo compagno di squadra, prendendo il comando della corsa. Lasciato Marc Marquez a mezzo secondo, il Dottore si mette ad amministrare il suo margine, per evitare di stressare eccessivamente la meccanica e soprattutto le gomme nel finale di gara. A nove giri dalla fine il colpo di scena che riapre il Mondiale: il primo tentativo di attacco di Iannone ad un appannato Lorenzo si conclude con un contatto che mette entrambi fuori scena. Il Maniaco prova ad andarsi a chiarire con il maiorchino, che però visibilmente innervosito lo spinge via. La direzione gara si riserva di esaminare l'accaduto nelle prossime ore. Al ventiduesimo passaggio Marquez riesce a sfruttare la migliore uscita della sua Honda dalla parte finale del circuito per superare Rossi in fondo al dritto. Ma il campione di Tavullia gli restituisce il favore già alla tornata successiva. Nel tentativo di mantenersi incollato ai suoi tubi di scarico, Magic Marc chiede troppo alla sua moto e arriva lungo, accumulando quel distacco che si rivelerà decisivo alla bandiera a scacchi.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal