28 marzo 2020
Aggiornato 19:30
Prima sessione di prove libere in Spagna

Lorenzo domina anche in pista, ma Rossi c'è

Il campione del mondo, sulla bocca di tutti per il suo futuro passaggio alla Ducati, apre in testa il weekend di gara del Gran Premio di Jerez. Ma il compagno-rivale Valentino è terzo, staccato di poco più di quattro decimi

Jorge Lorenzo in azione
Jorge Lorenzo in azione Yamaha

JEREZ DE LA FRONTERA – Dopo aver dominato il giovedì di Jerez, tra chiacchiere di mercato e indiscrezioni da paddock, Jorge Lorenzo imprime il proprio marchio anche sulla prima sessione di prove libere del venerdì. 1:40.270 il miglior tempo stabilito dal pilota della Yamaha, che dal 2017 passerà in Ducati: un crono comunque ancora molto distante dai limiti stabiliti l'anno scorso (quasi due secondi più alto del record del circuito). Ma il compagno-rivale Valentino Rossi non è da meno: alle spalle dell'outsider Hector Barbera (sulla Ducati satellite di Avintia) c'è infatti proprio lui, staccato di quattro decimi alla bandiera a scacchi dopo essere rimasto a lungo in testa alla classifica, prima dell'acuto finale di Por Fuera.

Inseguono Honda e Ducati
Per ora il circuito spagnolo sembra dunque arridere ai colori della Yamaha. Più staccate le due Honda: Dani Pedrosa e Marc Marquez sono rispettivamente quarto e quinto, a mezzo secondo di distacco dal leader. Sesto e settimo posto per le due Suzuki di Maverick Vinales e Aleix Espargaro, ancora più indietro le Ducati ufficiali: Andrea Dovizioso è nono, a 1.1 secondi, Iannone addirittura undicesimo a 1.3. Il secondo e ultimo turno di prove del venerdì è in programma alle 14:05.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal