21 maggio 2019
Aggiornato 04:00

Milan, che intrigo attorno a El Shaarawy

L’azzurro, ceduto in estate al Monaco con la formula del prestito con diritto di riscatto (obbligatorio dopo 25 presenze) è entrato in rotta di collisione con il suo allenatore Jardim che non sembra apprezzarlo: «Stephan non ha il livello fisico per giocare tre gare di fila». E intanto si profila un intreccio con la Lazio disposta ad offrire Keita.

MILANO - Quando in estate Stephan El Shaarawy fu ceduto al Monaco con la formula del prestito oneroso (3 milioni di euro) e obbligo di riscatto fissato a 13 milioni dopo 25 presenze, il popolo rossonero si spaccò in due: da una parte coloro che gridavano allo scandalo al pensiero di aver dato via un potenziale fenomeno ancora relativamente giovane (classe ’92); dall’altra chi invece ragionava sul potenziale affare fatto da Galliani, alla luce ultimi due anni vissuti dal Faraone al Milan, passati tra infermeria, tribuna e panchina, ma quasi mai in campo.

El Shaarawy non pronto fisicamente
Negli ultimi giorni si è tornato a parlare di El Shaarawy perché malgrado un inizio stagione promettente con la maglia del Monaco (ad oggi 23 presenze suddivise tra Ligue 1 e coppe varie e 3 gol), Leonardo Jardim ha iniziato a metterlo da parte. Tanto che quel riscatto che ad un certo punto appariva pressoché certo, all’improvviso non sembra più così scontato. Oggi l’allenatore portoghese  del Monaco, in un'intervista riportata da L'Equipe, si è soffermato a parlare dell’attaccante azzurro spiegando le sue scelte e l’assenza del Faraone dalla sfida di Coppa di Francia: «Stephan gioca quando la squadra ha bisogno di lui, non gioca quando la squadra non ha bisogno. Lui come Traoré non hanno giocato molto da due anni. Secondo me El Shaarawy non ha il livello fisico per giocare tre gare di fila».

Pronto uno scambio con Keita
Cosa succederà quindi adesso all’ex rossonero? Difficile pensare ad un riscatto dal Monaco, però all’orizzonte inizia a materializzarsi un clamoroso intreccio di mercato che potrebbe coinvolgere la Lazio e Keita Baldé Diao. Il giovane attaccante biancoceleste pare essere entrato nel mirino della dirigenza monegasca, tanto che il club capitolino ha già manifestato la propria intenzione di prendere in considerazione una cessione del proprio gioiello in cambio di Stephan El Shaarawy.
Un’ipotesi suggestiva che potrebbe trovare uno sbocco sorprendente già nel mercato di gennaio, a meno che il Monaco non decida di rinunciare al Faraone e rispedirlo a Milanello.
A quel punto però non è escluso che Lotito possa proporre addirittura all’amico Galliani uno scambio Keita-El Shaarawy e chiudere con il Milan una trattativa che avrebbe del sensazionale.