24 agosto 2019
Aggiornato 18:00

L'ultima gara dell'anno: ancora Marquez contro gli italiani

Questa domenica a Barcellona andrà in scena la corsa-spettacolo del Superprestigio, per la specialità del dirt track. L'ennesima occasione di vedere l'idolo locale impegnato contro una nutrita truppa di piloti tricolori a caccia di riscatto

BARCELLONA – Marc Marquez contro tre piloti nostrani. Stavolta la MotoGP non c'entra: il teatro di questo ennesimo derby a due ruote tra Italia e Spagna sarà il dirt track. In particolare, la gara del Superprestigio, ormai diventata una classica di fine stagione, che per la terza edizione viene disputata al Palau Sant Jordi, nelle colline di Barcellona. Lo spettacolo è garantito già dalle peculiari caratteristiche della disciplina: i campioni si scontreranno su un ovale sterrato di 200 metri, in sella a moto da cross e senza freno anteriore. Ma gli occhi saranno puntati soprattutto sugli attesi protagonisti in gara, a partire proprio dall'idolo locale della Honda. «Questo sport sta raccogliendo sempre più consensi in Spagna – spiega l'iberico – A prescindere dal risultato, la cosa importante è divertirsi e regalare un grande show agli spettatori. Ma io, personalmente, sono motivato come sempre e non vedo l'ora di lottare».

La squadra italiana
E figuriamoci quanto saranno motivati e assetati di lotta i piloti italiani contro i quali il due volte iridato si troverà a correre. Che, oltre alla possibilità di battere un grande campione del motociclismo proprio in casa sua, avranno un altro, prevedibile stimolo in più: quello di vendicare il loro connazionale Valentino Rossi, dopo la discussa rivalità con Marquez sul finale di questa stagione. Il primo a provarci sarà il giovane Lorenzo Baldassarri, 19enne pilota di Moto2, che con il Dottore ha un legame diretto, visto che fa parte del suo vivaio, la VR46 Academy. Insieme a lui la truppa tricolore conterà anche il più esperto collega di Moto2 Mattia Pasini e forse anche Danilo Petrucci, centauro della MotoGP, che aveva annunciato la sua partecipazione ma non è ancora confermato.

E non solo
Insieme a loro nel parco dei partenti figurano tante altre star del Motomondiale: dal fratello di Marc, Alex Marquez, pronto a dargli man forte, ai suoi connazionali Toni Elias, già campione di Moto2, e Alex Rins, anche lui impegnato nella classe cadetta, fino al finlandese Mika Kallio, collaudatore Ktm in MotoGP. E poi ancora i piloti della Superbike, dal ducatista Xavi Fores all'ex Aprilia Jordi Torres. Più un folto gruppo di specialisti dello sterrato, compreso il nostro Francesco Cecchini, vincitore dello scudetto e della coppa Fim internazionale proprio nel flat track. Insomma, gli ingredienti per un evento da non perdere ci sono tutti. L'appuntamento è per questa domenica a Barcellona. Con la speranza di poter riservare un ultimo simbolico sgambetto al grande rivale di Valentino.