23 luglio 2019
Aggiornato 09:30

Si gioca Psg-Inter, in gioco c'è Lavezzi

Amichevole di fine anno prestigiosa tra il club meneghino e i campioni di Francia. La notizia del giorno è l’ammutinamento di Ezequiel Lavezzi, desideroso di essere ceduto a tutti i costi. La trattativa tra Inter e Podolski si complica e il Pocho potrebbe essere più di un’alternativa.

MARRAKESH - Mentre i dirimpettai di Naviglio si godono il nuovo acquisto Cerci e si apprestano ad affrontare il Real Madrid, anche l’Inter di Mancini si concede un’amichevole de luxe con i campioni di Francia del Paris Saint Germain, per concludere al meglio questo intenso 2014.

La differenza è che mentre il Milan il suo colpo di mercato l’ha già fatto, i nerazzurri sono in grandi difficoltà vista l’esigenza di mettere a disposizione  del nuovo tecnico interista due esterni offensivi e le ristrettezze finanziarie nelle quali versa il club di Thohir.

Sfumato l’ex granata, le attenzioni di Piero Ausilio si sono concentrate sul tedesco Podolski, desideroso di cambiare aria dopo una poco proficua esperienza all’Arsenal. Ma quel vecchio marpione di Arsene Wenger, annusata la necessità nerazzurra ha fatto capire che la formula proposta dall’Inter (prestito secco per sei mesi) è poco gradita e per liberare l’attaccante campione del mondo serve un indennizzo di 2 milioni di euro, cifra che Thohir non appare disposto a spendere.

MANCINI: IL NOSTRO MERCATO È SUGLI ESTERNI - Evidentemente preoccupato per la piega che stanno prendendo gli eventi ed interpellato alla vigilia dell’amichevole con il Psg, il tecnico Roberto Mancini ha fatto il punto della situazione: «Il nostro mercato ormai è definito, partiamo sempre dagli esterni. Non sono arrabbiato per Cerci, è un calciatore che seguivamo, come tanti, ma non è mai iniziata una trattativa. Anche Podolski fa parte della lista di giocatori che seguiamo, vediamo cosa accadrà».

SOGNO LAVEZZI - Il vero sogno proibito dell’Inter però è un altro e risponde al nome di Ezequiel Lavezzi. Inseguito a lungo dal club nerazzurro già ai tempi della guida tecnica di Mazzarri, ora l’ex napoletano torna a far parlare di sé per un improvviso mal di pancia parigino che si è concretizzato nella mancata risposta alla convocazione a Marrakesh. Lo scontento dell’attaccante argentino è evidente, a causa soprattutto del sovraffollamento lì davanti e all’utilizzo con il contagocce da parte di Laurent Blanc, ma da qui a parlare di una possibile trattativa con l’Inter ce ne corre.

ANCHE NAPOLI E VALENCIA SUL POCHO - Anche perché Thohor è disposto a trattare solo sulla base del prestito, mentre su Lavezzi sembra si stiano concentrando le attenzioni anche di altri prestigiosi club italiani ed europei, tra cui il Valencia ed anche il Napoli, affascinato da un clamoroso ritorno a casa del Pocho.

Il rischio per l’Inter quindi è che un’altra società accetti di trattare con il Paris Saint Germain sulla base di un corrispettivo economico, lasciando ovviamente a bocca asciutta i nerazzurri. D’altronde è difficile fare mercato senza cash e questo le società italiane ormai l’hanno capito per bene.