17 ottobre 2019
Aggiornato 23:00

EL, riscatto Italia. E nell’urna rischio Liverpool per Inter, Napoli e Fiorentina

En-plein del calcio italiano in Europa League. Napoli, Fiorentina, Inter e Torino passano ai sedicesimi di finale dove troveranno anche la Roma “retrocessa” dalla Champions League. E lunedì i sorteggi.

ROMA - Dopo una due giorni di Champions League tutt’altro che gratificante per il calcio italiano (Juve qualificata agli ottavi con sospetto «biscotto» e Roma eliminata grazie alla sconfitta interna contro il Manchester City), è dall’Europa League che arriva un po’ di sollievo per il calcio italiano, sempre più depresso e sconsolato. Tutte le nostre squadre, Napoli, Fiorentina, Inter e Torino, più o meno a fatica, hanno ottenuto il pass per i sedicesimi di finale e adesso, con l’aggiunta della Roma retrocessa dalla Champions, si entra finalmente nel vivo della manifestazione con 5 nostre rappresentanti. 

MERTENS: POSSIAMO ANCORA CRESCERE - Il Napoli era atteso forse dall’impegno meno probante, in casa contro lo Slovan Bratislava, cenerentola del girone a 0 punti. Ebbene, grazie ai gol di Maertens, Hamsik e Zapata, gli azzurri hanno conquistato i tre punti e il primo posto nel gruppo I di Europa League. Al termine dell’incontro è stato proprio il fantasista belga a parlare a nome della squadra: «Benitez ci ha detto che dobbiamo fare più gol. Oggi abbiamo vinto 3-0 ma possiamo fare di più, per questo dobbiamo lavorare ancora di più. Ora però dobbiamo fare una cosa sola, vincere domenica a Milano e puntare al terzo posto in classifica».

RODRIGUEZ: MANCAVANO LE MOTIVAZIONI - Sconfitta interna invece per la Fiorentina, già abbondantemente qualificata come prima del gruppo K, contro la Dinamo Minsk per 2-1. Al termine del match la spiegazione è arrivata da Gonzalo Rodriguez: «Era difficile giocare perché il lavoro l'avevamo già fatto. È innegabile che stasera potevamo fare di più, ma l'importante è aver passato il turno. Da adesso tutte le squadre sono difficili ma abbiamo fiducia nella nostra squadra e speriamo di andare avanti».

INCIDENTI A FIRENZE: 30 TIFOSI OSPITI FERMATI - La partita del Franchi è stata funestata dai soliti incidenti, provocati dai tifosi ospiti. Circa 30 ultrà della Dinamo Minsk, molti dei quali in stato di ebbrezza, tra quelli che hanno partecipato ai tafferugli con la polizia, sono stati portati alla caserma 'Fadini' e per loro non si escludono provvedimenti restrittivi e la contestazione di resistenza, violenza e lancio di oggetti pericolosi: tre di loro sono stati arrestati. Ai tifosi sono stati sequestrati manganelli telescopici, fumogeni e uno striscione con una croce celtica dietro al quale volevano raggiungere lo stadio 'Franchi' in corteo.

ANDREOLLI: STIAMO CRESCENDO - Solo uno striminzito 0-0 per l’Inter, peraltro contestato per un gol regolare annullato al Qaarabg alla fine. Con il primo posto nel gruppo F già in tasca, Roberto Mancini ha schierato una squadra imbottita di giovani e riserve e le risposte sono state soddisfacenti: «Abbiamo dato tutto - ha dichiarato il difensore Andreolli al termine del match -. Era importante mettere minuti nelle gambe. Stasera abbiamo fatto un passo avanti verso quello che ci chiede il mister. Ora dobbiamo recuperare terreno anche in campionato».

TORINO CORSARO A COPENHAGEN - Finora, in 5 partite disputate nel girone, il Torino aveva segnato solo 4 gol. Nell’ultimo e decisivo match del gruppo B, i granata di Ventura sono riusciti a metterne a segno ben 5 sul campo del Copenhagen, guadagnandosi una meritata qualificazione. Un piccolo sogno iniziato ormai cinque mesi fa, quando nel mese di luglio giocò la sua prima partita nei preliminari.

LE DUE FASCE PER IL SORTEGGIO DI LUNEDI' - Grazie ai risultati maturati nell’ultima giornata di Europa League, sono state definite le due fasce per il sorteggio dei sedicesimi di finale. Nel primo gruppo, quello delle teste di serie, sono finiti Inter, Fiorentina e Napoli; nell’altro Torino e Roma, scesa al piano inferiore dopo l’eliminazione dalla Champions.

Per le nostre teste di serie, rischio Liverpool, Siviglia e Tottenham, mentre granata e giallorossi hanno da temere soprattutto Zenit e Everton.

Queste le due fasce:

TESTE DI SERIE: Borussia Moenchenglabach (Ger), Bruges (Bel), Besiktas (Tur), Salisburgo (Aut), Dinamo Mosca (Rus), INTER (ITA), Feyenoord (Ola), Everton (Ing), NAPOLI (ITA), Dinamo Kiev (Ucr), FIORENTINA (ITA), Legia Varsavia (Pol), Olympiacos (Gre), Athletic Bilbao (Spa), Sporting Lisbona (Por), Zenit San Pietroburgo (Rus).

NON TESTE DI SERIE: Villarreal (Spa), TORINO (ITA), Tottenham (Ing), Celtic (Sco), Psv Eindhoven (Ola), Dnipro (Ucr), Siviglia (Spa), Wolfsburg (Ger), Young Boys (Svi), Aalborg (Dan), Guingamp (Fra), Trabzonspor (Tur), Anderlecht (Bel), ROMA (ITA), Liverpool (Ing), Ajax (Ola).

È importante ricordare che i derby tra squadre della stessa nazione saranno possibili solo a partire dagli ottavi di finale, quindi dal prossimo turno.