20 settembre 2019
Aggiornato 08:00

Berlusconi jr su Balotelli: «È un grande, voglio che resti al Milan»

Intervenuto a margine della presentazione dei nuovi palinsesti Mediaset, Piersilvio Berlusconi ha parlato anche di calcio e del suo amore per il Milan, da Super Mario a Inzaghi, passando per Clarence Seedorf.

MILANO - «Balotelli? È un po' una testa dura, ma è un grandissimo campione. Credo che abbia ancora tanto da esprimere e che, maturando ancora, possa diventare un campione. Non mi chiedete la certezza che giocherà nel Milan. Però da tifoso dico che lo vorrei sempre avere nella nostra squadra. Io spero che resti». Pier Silvio Berlusconi prende le parti del centravanti, nel mirino delle polemiche dopo l'esclusione dell'Italia dai Mondiali del Brasile. C'è spazio, infatti, anche per il calcio nella chiacchierata con i giornalisti a Cologno Monzese, a margine della presentazione dei nuovi palinsesti Mediaset. Si parla dell'impegno della sorella Barbara al vertice del Milan: «Lavora con grande passione, penso che possa fare bene. Leggo di frizioni con Galliani: in realtà i ruoli sono molto definiti e la squadra è ben coordinata. Mio padre? Resta il milanista numero uno: ha una grandissima passione per la squadra, nonostante le difficoltà e il momento duro che sta vivendo, e quando guardiamo insieme una partita del Milan gli si accendono gli occhi».

ROTTURA CON SEEDORF INEVITABILE - Pier Silvio si aspettava la rottura con Seedorf («Avevo capito che stava incontrando difficoltà») e fa gli auguri a Inzaghi: «Lo stimo come giocatore, è un ragazzo intelligente, di grande equilibrio. Certo - ammette - ha un bel compitino…». Quanto all'addio definitivo di Kakà, «è uno dei pezzi della storia del Milan, gli auguro tutto il bene possibile».