20 gennaio 2022
Aggiornato 17:30
Tennis | World Tour Finals 2012

Djokovic: Dedico la vittoria a mio padre malato

«Mio padre sta combattendo una sua battaglia e questo mi ha dato ulteriore forza. Anche per questo ho dato tutto in ogni partita, specialmente oggi. Questo titolo è per lui». Così Novak Djokovic commenta il successo su Roger Federer nella finale del Masters di Londra

LONDRA - «Mio padre sta combattendo una sua battaglia e questo mi ha dato ulteriore forza. Anche per questo ho dato tutto in ogni partita, specialmente oggi. Questo titolo è per lui». Così Novak Djokovic commenta il successo su Roger Federer nella finale del Masters di Londra, che gli è valso il secondo titolo in carriera nel torneo che chiude la stagione a quattro anni di distanza dal primo trionfo nel 2008. Il primo pensiero del serbo, che termina il 2012 al primo posto nel ranking Atp, è per il padre malato, Srdjan, ricoverato in ospedale da due settimane a causa di problemi respiratori. Ora gli porterà il trofeo in regalo: «C'è stato un momento molto critico, è ancora in terapia intensiva. Spero di regalargli un sorriso».

Nonostante le preoccupazioni, a Londra si è rivisto il miglior Djokovic: «Negli ultimi anni non mi sentivo molto bene su questo campo, sono arrivato molto stanco e non sono riuscito a esprimere il mio miglior tennis - conclude Nole - Ma quest'anno è stato diverso. Ero molto motivato e più fresco fisicamente. Ho giocato un tennis fantastico, la prima partita contro Murray mi ha dato molta fiducia e in quelle dopo ero vicino al mio miglior livello».