6 dicembre 2019
Aggiornato 23:30

Matteo Berrettini supera Thiem: «Numero 1 al mondo? Sono ambizioso, perché no»

Prima vittoria per un italiano alle ATP Finals: «Spero di tornare il prossimo anno». Intanto Roger Federer batte Djokovic e vola in semifinale

Matteo Berrettini
Matteo Berrettini ANSA

LONDRA - Sulle note di «Heroes» di David Bowie, il tennista azzurro Matteo Berrettini ha lasciato il campo centrale dell'Arena O2 di Londra, battendo per due set a zero il numero 5 al mondo, l'austriaco Dominic Thiem: la prima vittoria di un italiano alle ATP Finals. «E' stata una stagione incredibile - ha detto il tennista romano, numero otto al mondo - mi piacerebbe tornare il prossimo anno qui a Londra (per le ATP Finals). Intanto grazie per quest'anno, sono felice di aver terminato con una vittoria».

Numeroso il pubblico italiano

Berrettini ha battuto Thiem in due set (7-6/6-3) in un'ora e sedici minuti. «Forza Matteo, Daje Matteo»: numeroso il pubblico italiano che non ha mancato di far sentire il suo calore sostenendo il tennista azzurro, il terzo italiano della storia a partecipare alle ATP Finals. «Sono arrivato qui con l'obiettivo di giocare bene e di divertirmi, e così é stato - ha aggiunto Berrettini in conferenza stampa - vado via con un sano rosicamento, perché ho preso due belle legnate (con Djokovic e con Federer, ndr), ma queste sconfitte mi aiuteranno tantissimo per trovare nuovi stimoli. E vado via con la consapevolezza di aver affrontato tutti i match a testa alta».

Numero 1? Sono ambizioso

«L'atmosfera in campo é davvero speciale, le luci, la musica, é veramente uno spettacolo viverla. La cosa che mi é piaciuta di meno? Aver perso due partite e averne vinta una», risponde sorridendo. E a chi gli chiede se ha mai pensato (o sognato) di poter diventare numero uno al mondo, Berrettini risponde: «Fino a qualche mese fa era impensabile poter entrare nella top 10. Ma sono ambizioso, perché no. Devo migliorare e investire ancora tanto».

Roger Federer
Roger Federer (ANSA)

Federer batte Djokovic e vola in semifinale

Roger Federer quando batte Novak Djokovic 6-4 6-3 in meno di un'ora e un quarto e vola nelle semifinali delle Atp Finals di Londra. Lo svizzero si qualifica come secondo nel Gruppo Borg dietro Dominic Thiem. Non conoscono ancora gli avversari in semifinale, perché il gruppo Agassi è molto più indecifrabile. Tsitsipas con due vittorie non è ancora sicuro del primo posto, Daniil Medvedev nonostante due sconfitte nelle prime due partite può ancora centrare la semifinale.

Nadal batte Medvedev in rimonta

Rafael Nadal batte Daniil Medvedev nel primo match di giornata del gruppo intitolato ad André Agassi alle Atp Finals in corso di svolgimento alla O2 Arena di Londra. Lo spagnolo, numero uno del mondo, sconfigge il russo, numero 4 del ranking Atp, con il punteggio di 6-7 (3-7), 6-3, 7-6 (7-4) in due ore e 45 minuti dopo aver salvato un match point sul punteggio di 1-5 nel set decisivo. Alle 21 in campo il greco Stefanos Tsitsipas, numero 6 del mondo, opposto al tedesco Alexander Zverev, numero 7 Atp.