12 maggio 2021
Aggiornato 21:30
L'intervento al Senato

Matteo Salvini: «Draghi mi ha reso orgoglioso di essere cittadino italiano»

Il leader della Lega: «Chi è venuto prima di lei aspettava i consigli se non gli ordini dalla Merkel, lei ha alzato il telefono chiedendo rispetto per l'Italia»

Video Agenzia Vista

«Signor presidente, grazie per l'autorevolezza: chi è venuto prima di lei aspettava i consigli se non gli ordini dalla Merkel, lei ha alzato il telefono chiedendo rispetto per l'Italia: mi ha reso orgoglioso di essere cittadino e parlamentare. Vogliamo essere in Europa sì ma da protagonisti, non da comparse, non siamo studenti discoli ma fondatori di quello che ea un sogno e vogliamo che continui a essere un sogno e non una gabbia». Lo ha detto Matteo Salvini, intervenendo in Aula in Senato.

«La Lega c'è, siamo alleati leali, purtroppo dice qualcuno a sinistra. Se qualcuno che pensa di buttarci fuori ha sbagliato e capire: qua siamo e qua rimaniamo, orgogliosi e convinti, per aiutare il nostro Paese».

«Azzeriamo Codice appalti»

«Azzeriamo il Codice degli appalti e usiamo la normativa europea. Vediamo se dai banchi della sinistra ci sarà tutto questo euro-entusiasmo».