22 gennaio 2019
Aggiornato 08:00
Migranti

Di Maio: «Pronti a dare lezione a Bruxelles accogliendo donne e bimbi»

Lo ha dichiarato il vice premier, Luigi di Maio, parlando della due navi - Sea Watch e Sea Eye - con una cinquantina di persone a bordo in balìa del Mediterraneo da due settimane

Video Agenzia Vista

MILANO - Sulla politica migratoria «che ha permesso di ridurre in maniera considerevole gli sbarchi non vogliamo tornare indietro, non arretriamo, ma quando si parla di donne e bambini l'Italia deve dare un lezione a tutta l'Europa». Lo ha dichiarato il vice premier, Luigi di Maio, parlando della due navi - Sea Watch e Sea Eye - con una cinquantina di persone a bordo in balìa del Mediterraneo da due settimane.

«Ci sono 10 persone tra donne e bambini da 14 giorni in mezzo al mare a un miglio dalle coste maltesi, la Ue nasconde la testa sotto la sabbia, Malta finge di non vedere - ha detto Di Maio, a margine di un incontro a Novi Ligure con i lavoratori della Pernigotti - di fronte a questo, noi come Italia diciamo che siamo disponibili a prendere queste 10 persone, donne e bambini, perchè nessun bambino può essere lasciato per 14 giorni in mezzo al mare perchè l'Europa e Malta non fanno il loro lavoro».

«Se le Ong dicono che non sono disponibili a farli scendere allora - ha proseguito Di Maio - dico che le Ong non dispongono della vita delle persone, anzi chiederemo accertamenti per sapere dove hanno prelevato queste persone, per sapere se sono state consegnate da qualche scafiste o salvate in mare».