29 settembre 2020
Aggiornato 19:00
Italia Viva

Matteo Renzi: «Non vogliamo morire leghisti ma neanche vivere da grillini»

Il leader di Italia Viva: «Siamo contro un'alleanza strutturale con M5S. Appoggiare Emiliano film dell'orrore. Referendum su parlamentari è barzelletta. Chi nel centrodestra vuole il Mes vota Italia Viva»

Matteo Renzi, leader di Italia Viva
Matteo Renzi, leader di Italia Viva ANSA

«Un anno fa ho detto al Pd che bisognava dire di no a Salvini anche facendo un accordo con i grillini. Poi è successa una cosa strana: all'inizio erano scettici, poi mi sa che li ho convinti troppo ed ora vogliono fare un matrimonio con i 5 Stelle. Ma noi siamo sin dall'inizio contro questa alleanza strutturale: non volevamo morire leghisti ma non vogliamo adesso vivere grillini». Lo ha detto Matteo Renzi ad Aulla, in provincia di Massa Carrara, nel tour toscano di presentazione delle liste di IV alle prossime regionali.

«Appoggiare Emiliano film dell'orrore»

«Vorrei mandare un abbraccio a chi è rimasto nel Pd e dice di essere riformista. Dicono di essere loro quelli della Leopolda. Io non so a che Leopolda siano stati, ma a quella dove sono stato io dire di appoggiare Emiliano o un candidato del Fatto sarebbe stato un film dell'orrore. E a proposito di Leopolda: l'11 settembre ci vediamo lì con Teresa Bellanova e faremo vedere cosa vuol dire essere riformisti davvero».

«Chi nel centrodestra vuole il Mes vota Italia Viva»

«Io capisco che una parte del centrodestra voti per noi in Toscana, perché ci sono problemi seri. Ad esempio il Mes: la Toscana chiede 2 miliardi e 100 milioni per la sanità, con i programmi già pronti. Giani dice sì al Mes. Anche il centrodestra moderato, Forza Italia, dice sì. La Lega dice no, la Ceccardi in Parlamento Europeo siede accanto alla Le Pen, alla destra più destra che ci sia. La Toscana ha bisogno di battere i sovranisti».

«Referendum su parlamentari è barzelletta»

«La strategia di Zingaretti è logica, lui vuole il proporzionale e allora gli ho detto: bene, mettiamo il sistema tedesco con la fine del bicameralismo e la sfiducia costruttiva. Il referendum è una barzelletta, ridurre il numero dei parlamentari e lasciare il bicameralismo perfetto fa ridere».

«Sindaco di Arezzo chieda scusa a famiglia Boschi»

«Dopo le assoluzioni il sindaco di Arezzo dovrebbe chiedere scusa su banca Etruria per le dichiarazioni che fece. In italia c'è un grande problema sulle banche, in parte risolto con la riforma delle popolari, ma se pensi che massacrare una famiglia (chiaro il riferimento alla famiglia Boschi - ndr) possa risolvere le cose, allora stai facendo il populista».

«Domani interrogazione su Ponte Albiano»

«Sono passati cinque mesi dal crollo del ponte ed ancora manca il parere per realizzare le rampe necessarie a garantire la viabilità.Mancano due settimane all'inizio delle scuole e i ragazzi sono isolati. Le passerelle sono inutili ma contano i fatti : non sono più capo del Governo e non posso intervenire direttamente ma domani stesso con Cosimo Ferri, che ha già presentato interrogazioni alla Camera, lavoreremo a un'interrogazione ai ministri De Micheli e Costa da presentare in Senato con carattere d'urgenza, firmata da tutti i senatori di Italia Viva. La incentreremo sui due pareri che mancano per sbloccare l'opera e sulla rimozione delle macerie che potrebbero mettere in discussione la sicurezza idrogeologica».