24 settembre 2020
Aggiornato 23:30
Covid-Italia

Matteo Salvini: «Se verbali Cts confermati, Conte andrebbe arrestato»

Il leader della Lega: «Chi denuncia fa bene, poi ci sono i giudici... Il Governo ha sulla coscienza i morti in Lombardia e gli affamati nel resto d'Italia. Bonus INPS? Tridico si dimetta»

Video Agenzia Vista

«Se fossero confermati i verbali del Cts Conte dovrebbe essere arrestato perchè non ha chiuso l'Italia quando doveva e l'ha chiusa quando non doveva». Lo ha detto Matteo Salvini in diretta Facebook in una conferenza stampa da Forte dei Marmi a proposito della tempistica dell'istituzione delle zone rosse.

«Io sono saltato sulla sedia quando ho letto i verbali, immagino anche i sindaci bergamaschi... Se denunciano fanno bene, poi ci sono i giudici che decideranno...» ha concluso.

«Avviso di garanzia? Su coscienza morti Lombardia»

«Ho letto che i pm hanno aperto un fascicolo a carico di Conte e di mezzo governo, hanno sulla coscienza i morti in Lombardia e gli affamati nel resto d'Italia, perchè non hanno chiuso la Lombardia quando dovevano e hanno chiuso l'Italia quando non dovevano». Lo ha detto il leader della Lega commentando l'avviso di garanzia ricevuto dal governo dopo le denunce per la gestione dell'emergenza coronavirus.

«INPS? Tridico si dimetta»

«Noi i nostri due li sospendiamo e non li ricandidiamo mi domando cosa aspetti a dimettersi il presidente dell'Inps che non ha pagato la cig e ha pagato i bonus ai parlamentari. Noi siamo intransigenti, contiamo che anche tutti gli altri partiti abbiano la stessa linearità» ma «l'errore più clamoroso è quello del presidente dell'Inps Tridico che non sa fare il suo mestiere» ha aggiunto Salvini riferendosi ai parlamentari che hanno percepito il bonus.

«Abbiamo al vertice dell'Inps un incapace che dà il bonus a chi non deve e non a chi deve. Mi domando cosa aspetti a dimettersi, non vorrei avesse tirato fuori questi dati per coprire i problemi, veri, del presidente del Consiglio».

«Covid? Nemico non sono ragazzi che ballano»

«Non è possibile che per qualcuno il nemico pubblico siano i ragazzi che ballano, che vanno in spiaggia, l'unico nemico per la diffusione del covid sono gli sbarchi».

«Regionali? Sensazione molto buona»

«La sensazione è molto buona, il 20 e 21 settembre si vedrà chi vince e chi perde, ho delle belle sensazioni, vota la gente vera». Salvini esclude poi che le Regionali abbiano «ripercussioni sul livello nazionale», «non ce ne saranno, per quel che mi riguarda. Quel che accadrà a Roma prescinderà dal voto dei toscani, dei veneti... Anche se spero che questo Governo tolga il disturbo».