20 settembre 2020
Aggiornato 12:30
Emergenza coronavirus

Teresa Bellanova «boccia» Conte: Fase 2? Poco coraggio. Mi aspettavo di più

Il Ministro renziano: «Se non riaprono i negozi le imprese sono a rischio». Anzaldi: «Conte a reti unificate per annunciare il nulla». Rosato: «Lo Stato deve riaprire e pagare in fretta»

Il Ministro renziano, Teresa Bellanova
Il Ministro renziano, Teresa Bellanova ANSA

ROMA - «Ci aspettavamo onestamente un' operazione più coraggiosa: si poteva, si doveva osare di più». Lo spiega il ministro renziana delle Politiche agricole Teresa Bellanova, in un'intervista a «Repubblica». «Con tutto il rispetto per la comunità scientifica, pensiamo che la politica debba assumersi maggiori responsabilità» aggiunge Bellanova, sottolineando che «se il punto è la distanza sociale e i dispositivi di sicurezza, allora bisognerà lavorare su quelli: garantire una nuova organizzazione del lavoro in sicurezza, nuove modalità per il trasporto pubblico. Ma non si può continuare a bloccare il sistema produttivo».

Se non riaprono i negozi le imprese sono a rischio

La ministra ricorda che «ogni giorno di chiusura comporta una perdita di competitività per il sistema Paese. Molte aziende rischiano di non riaprire e altre di farlo con meno dipendenti. Quelle che operano nell'export stanno già perdendo quote di produzione, a vantaggio di altre all' estero. Prolungare la chiusura aumenta il danno».

Anzaldi: «Conte a reti unificate per annunciare il nulla»

«Tanto rumore per nulla, purtroppo per gli italiani: ennesima diretta a reti unificate di Conte per annunciare che dal 4 maggio cambia poco o nulla. La Fase 2 non c'è. Al momento non c'è nessun piano concreto per far ripartire il Paese in sicurezza, solo raccomandazioni e divieti». Lo scrive su Facebook il deputato di Italia Viva Michele Anzaldi.

«Continua la comunicazione - prosegue Anzaldi - da Grande Fratello: si fa salire l'attesa per comunicazioni istituzionali che si vorrebbero decisive, ma poi non arriva nessuna soluzione. Una tragicommedia che per milioni di italiani, per le famiglie, per i bambini, per i lavoratori è una vera tragedia».

Rosato: «Lo Stato deve riaprire e pagare in fretta»

«È tempo di riaprire, facciamolo presto, gli italiani hanno dimostrato di saper rispettare le regole, diamogli fiducia». Lo ha dichiarato il vicepresidente della Camera Ettore Rosato, Presidente di Italia Viva, commentando a Radio 1 la conferenza stampa di Conte.

«È anche tempo per lo Stato di procedere con quei pagamenti che si è impegnato a fare - prosegue il vicepresidente della Camera - a lavoratori ed imprese, che sono in una grave situazione di emergenza."