14 novembre 2019
Aggiornato 23:00

Paragone: «Franceschini? Vuol fare fuori Di Maio da Palazzo Chigi»

E' quanto scrive il parlamentare del Movimento Cinquestelle Gianluigi che su Renzi dice «fa capire chi comanda»

Gianluigi Paragone con Luigi Di Maio
Gianluigi Paragone con Luigi Di Maio ANSA

ROMA - «Il primo fa capire chi comanda. Il secondo vuol far fuori Di Maio da Palazzo Chigi». E' quanto scrive il parlamentare del Movimento Cinquestelle Gianluigi Paragone postando sulla sua pagina Facebook, uno dietro l'altro, prima il titolo dell'intervista di Matteo Renzi («Governo per il Pil o non avrà i nostri voti» e poi il tweet in cui Dario Franceschini aderisce all'appello di Beppe Grillo proponendo di abolire entrambi i posti da vice premier.

«Non mi lego al Pd, è il partito peggiore»

«La Lega ha rovinato tutto? Certo. Ma non per questo mi lego al peggior partito: l'ipocrita Pd». Lo ha dichiarato il senatore M5s sottolineando che «a furia di pensare al male minore questo Paese si è fatto solo male assoluto: i poveri sono raddoppiati, le pmi sono state fregate da norme assurde filo banche (pignoramento capannoni e case per ultime rate non pagate, per esempio), i risparmiatori traditi e tanto altro».

«L'Europa delle multinazionali»

«Per realizzare il male minore - ha proseguito - l'Europa ha fatto felici multinazionali, ceo e top manager: mai come in questi anni di neoliberismo (Sempre sostenuto in Italia dal Pd). Come siamo arrivati al 33%? Semplice, perché gli altri hanno fatto i peggiori accordi in nome del male minore. E mentre loro tradivano il popolo per le élite, un MoVimento che parlava di parole guerriere e sognava il cambiamento trionfava alle elezioni dando una speranza a cittadini considerati servi o utenti».