20 settembre 2019
Aggiornato 16:30

Marcucci (renziano) a Conte: «Tanti passi in avanti se ultimatum (Di Maio) messi a tacere»

Il Presidente dei Senatori PD parla dopo il vertice di oggi a Palazzo Chigi: «Ora il Premier può fare una squadra di qualità»

Il Presidente dei Senatori PD, Andrea Marcucci
Il Presidente dei Senatori PD, Andrea Marcucci ANSA

ROMA - «Ora Conte ha una grande responsabilità: deve procedere senza strappi, e portare al Colle, nel più breve tempo possibile, una squadra di governo che sia realmente di qualità anche nei nomi scelti». Così il presidente dei senatori Pd Andrea Marcucci racconta su Facebook il vertice di oggi a Palazzo Chigi.

«Passi avanti»

«Quando si parla, quando gli ultimatum vengono messi a tacere - sottolinea - è naturale fare tanti passi avanti. È quello che é successo oggi durante l'incontro con il Presidente incaricato Conte ed i miei colleghi capigruppo del M5s. Un incontro sul programma, voglio sottolinearlo, perché è la cosa che più interessa al Pd. Ci sono le condizioni per non provocare l'aumento dell'IVA e per diminuire le tasse. Andiamo avanti con fiducia e coraggio».

Due ore di incontro Conte, M5s e PD

Si è concluso a palazzo Chigi dopo due ore l'incontro fra il premier incaricato Giuseppe Conte e i capogruppo di M5s e Pd sulla formazione del nuovo Governo. La delegazione Pd composta da Graziano Delrio e Andrea Marcucci ha parlato di «passi avanti» sul programma sul quale «a breve il presidente Conte potrà fare una sintesi». Ma hanno sottolineato come la riunione si è limitata al programma, permanendo l'esigenza di «chiarimento politico» con Luigi Di Maio e M5s, tema da affrontarsi in una sede diversa.