15 settembre 2019
Aggiornato 17:30

Renzi sfotte Salvini: «Istituzioni 1 - Populismo 0. Parlamento non è Papeete»

Matteo Renzi, in un post su Facebook commenta così l'uscita di scena di Matteo Salvini dall'esecutivo e la formazione del nuovo governo tra M5S e Pd

L'ex Premier, Matteo Renzi
L'ex Premier, Matteo Renzi ANSA

ROMA - «Oggi è realtà ciò che un mese fa sembrava impossibile. E questo è un bene per chi crede che la politica sia civiltà e non truce scontro di violenza verbale. Molto è ancora da fare, molte le contraddizioni, molti i problemi aperti. Ma intanto: Istituzioni 1 - Populismo 0». Matteo Renzi, in un post su Facebook commenta così l'uscita di scena di Matteo Salvini dall'esecutivo e la formazione del nuovo governo tra M5S e Pd.

«Il Parlamento non è il Papeete»

«Guardiamo i fatti. All'inizio di agosto il Paese era in mano a un presunto Ministro dell'Interno, che - sostiene - usava linguaggio di odio contro il diverso, che chiedeva pieni poteri, che isolava l'Italia nei tavoli internazionali, che non chiariva il rapporto con la Russia, che teneva in ostaggio donne e bambini su malmessi carrozzoni del mare ignorando la tradizione di accoglienza e valori che l'Italia ha sempre avuto. E questo signore, Matteo Salvini, aveva preparato una campagna elettorale a torso nudo nei principali beach club italiani senza alcun riguardo alle regole costituzionali. Ma il Parlamento - conclude Renzi - non è il Papeete».

Boccia: «Volontà di cambiamento anche da M5s»

«Vogliamo una svolta, un cambiamento. La stessa volontà la sta esprimendo in queste ore il M5s. Spetterà al presidente della Repubblica fare la sintesi». Lo ha detto Francesco Boccia del PD giungendo al Nazareno. Sul nodo del ruolo di Luigi Di Maio nel nuovo esecutivo Boccia non si è espresso limitandosi a ricordare le parole del segretario Zingaretti, ossia sarà il presidente incaricato a pensare alla squadra.

Rotta: «Da Salvini patetico comizio al Quirinale»

«Salvini fa il solito patetico comizietto anche dal Quirinale. Si assuma la responsabilità di aver fatto cadere, per appetiti personali e ingordigia, il governo di cui era padrone. Un governo che ha fatto male all'Italia. A casa. #CrisidiGoverno #consultazionibis». Lo scrive su Twitter Alessia Rotta, vicepresidente vicaria dei Deputati del Partito Democratico.