17 ottobre 2019
Aggiornato 12:31

Conte: «Per me la stagione con la Lega è chiusa»

Il Presidente del Consiglio da Biarritz, in Francia, dove parteciperà al G7, assicura che «la stagione con la Lega è chiusa» e «non si riaprirà»

Matteo Salvini con Giuseppe Conte in aula al Senato
Matteo Salvini con Giuseppe Conte in aula al Senato ANSA

BIARRITZ - «Con la Lega è una esperienza politica per me chiusa, una stagione che non si può più riaprire». Lo ha detto il premier, Giuseppe Conte, rispondendo alle domande dei giornalisti a margine del G7. Allo stesso tempo, di fronte all'ipotesi di un suo bis a capo di Palazzo Chigi, afferma: «Non è questione di persone, ma di programmi». Aggiunge però che «l'esecutivo Lega-M5S è un'esperienza politica che io non rinnego». E si augura che i leader dei partiti «lavorino intensamente» per dare una nuova prospettiva al Paese.

«Al paese serve un grande progetto riformatore»

Ora cio è che serve al Paese, ha detto il premier dimissionario, è «un grande progetto riformatore» per il quale si augura che stiano lavorando i leader dei partiti in vista della costituzione d un nuovo esecutivo. «Quello che mi auguro per il bene del Paese - ha spiegato - è che i leader lavorino intensamente e bene. Alcuni temi li ho indicati al Senato, l'economia circolare, un piano di investimenti più robusto, un Paese meno permeabile alla corruzione. Un grande progetto riformatore. I nomi e le persone sono secondario».

Tusk elogia Conte: «Esempio di lealtà»

«Posso dire solo cose molto positive sul primo ministro Conte. Ora, non so se questo è il modo migliore per promuovere la sua figura adesso in Italia, però siamo diventati ottimi amici, leali l'uno con l'altro». Lo ha detto, rispondendo alla domanda di una giornalista italiana, il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, la cui dichiarazione è stata rilanciata da Sky Tg24. «E' stato sempre estremamente duro - ha aggiunto - quando si è trattato di difendere gli interessi nazionali italiani, però allo stesso tempo responsabile nel tentare di raggiungere soluzioni europee. Nella mia esperienza personale è stato uno dei migliori esempi di lealtà e responsabilità. E con un ottimo senso dell'umorismo», ha concluso Tusk.

Crimi: «Conte una garanzia per i cittadini»

«Mi auguro che il segretario del Pd possa superare le divisioni che lacerano il suo partito e rappresentano ora uno degli ostacoli al confronto": lo ha detto a Sky Tg24 il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Vito Crimi (M5S), commentando gli sviluppi della trattativa per un ipotetico nuovo governo. «Noi dobbiamo dare garanzie ai cittadini e la garanzia è il presidente Conte», ha aggiunto a proposito della riproposizione del capo del Governo uscente da parte del M5S.