14 ottobre 2019
Aggiornato 07:00

Centinaio: «Pronti a discutere nuovo contratto con M5S»

Il Ministro leghista dell'Agricoltura, Marco Centinaio: «Penso ci siano ancora margini». Giorgetti: «Contatti Lega-M5s? Accordo forse ancora possibile»

Il Ministro leghista dell'Agricoltura, Marco Centinaio
Il Ministro leghista dell'Agricoltura, Marco Centinaio ANSA

MILANO - «Siamo pronti a tornare al tavolo per fare un nuovo contratto» con il M5S. Così in una intervista a La Stampa il ministro leghista dell'Agricoltura, Marco Centinaio, in merito alle trattative Lega-M5S per un nuovo governo. «Penso ci siano ancora margini, anche perchè da parte dei dirigenti del M5s ci sono ancora segnali di apertura», ha aggiunto. In particolare su misure come l'autonomia, ma non solo: «per molto tempo il M5s ha trovato scuse per non portare il tema in Aula, ora la inseriscono nei dieci punti. La riforma della giustizia, idem. Allora dico: facciamolo». Dichiarazioni che sembrano in contraddizione con le dichiarazioni di Giorgetti che si vede già all'opposizione: «No sono due posizioni compatibili. E Giorgetti ricorda una cosa non troppo banale: non abbiamo paura ad andare all'opposizione».

«Buon lavoro del Ministro Di Maio»

«Condivido la posizione di Salvini sul buon lavoro svolto dal Ministro Di Maio in quest'anno - aggiunge in una nota l'esponente della Lega - Fino ad aprile abbiamo fatto un ottimo lavoro di collaborazione tra i ministeri. Poi è arrivata la campagna elettorale delle Europee. Si è andati avanti a bloccare tutto e, di conseguenza, era difficile riprendere il bandolo della matassa. Io ho l'onore e l'onere di essere uno di quelli che assieme a Salvini ha preso tutte le decisioni. Ci siamo confrontati in questi mesi. Tutta la classe dirigente della Lega si è confrontata e tutta la classe dirigente era d'accordo sui passaggi che hanno portato a questa crisi. Sono convinto che sia da uomini seri prendersi le responsabilità di tutti i consigli che abbiamo dato al Segretario Federale. Non ho mai sentito nessuno dire a Salvini nelle riunioni ufficiali una cosa diversa rispetto al risultato che abbiamo portato a casa. Se poi in Lega c'è gente che al Segretario federale dice una cosa e poi ne pensa un'altra, questo non è un mio problema», conclude Centinaio.

Giorgetti: «Contatti Lega-M5s? Accordo forse ancora possibile»

Un accordo tra la Lega e il M5s forse è ancora possibile perché «a Roma ne succedono di tutti i colori». Lo ha detto il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti, ricordando che «i dieci punti di Di Maio sono tutti o quasi parte integrante del contratto con la Lega». «I contatti in corso» tra Lega e M5s «non lo so, io sono qui» a Rimini, «non so» ha spiegato Giorgetti in una conferenza stampa al Meeting di Cl. «A Roma ne succedono di tutti i colori. Ho sentito dieci punti che Di Maio che ha letto dopo le consultazioni al Quirinale - ha aggiunto - e devo dire che sono tutti o quasi parte integrante del contratto con la Lega. Cosa voglia dire questo non lo so, ma è un dato di fatto».