15 settembre 2019
Aggiornato 09:00

Renzi: «Reddito cittadinanza sbagliato, anche se nel Pd occhieggiano...»

L'ex Premier: «Io credo nel futuro, non nella paura. Elezioni? I 5 Stelle non vogliono perdere la poltrona. Conte Avvocato del popolo? No, dell'establishment»

Matteo Renzi
Matteo Renzi ANSA

ROMA - Il reddito di cittadinanza è «sbagliato» e devono stare attenti quelli che nel Pd «occhieggiano» alla misura voluta da M5s. Matteo Renzi lo dice durante la presentazione del suo ultimo libro «Un'altra strada». «Sono totalmente contrario al reddito di cittadinanza, lo dico anche a quelli del mio partito che magari occhieggiano al reddito di cittadinanza». Per l'ex Premier «la filosofia è quella di Casaleggio quando dice che nel 2054 lavorerà solo una minoranza. Non ci credo, io credo nel futuro, non nella paura. Per me il futuro è una grande sfida».

Elezioni? I 5 Stelle non vogliono perdere la poltrona

Matteo Renzi non vede nuove «elezioni (politiche, ndr) a breve», ma pensa anche che il governo attuale potrebbe non farcela ad andare avanti. «Non sono sicuro che questo governo così come è adesso andrà avanti. Ma prima di andare alle elezioni i 5 stelle berranno altri calici amari». Per Renzi «il salvacondotto a Salvini è la dimostrazione una volta di più che quando si sta all'opposizione fanno i duri e puri e quando stanno al governo...». Insomma, «prima di cedere la poltrona, questi voteranno tutto».

Conte Avvocato del popolo? No, dell'establishment

Giuseppe Conte non è «l'avvocato del popolo» ma «dell'establishment»«Questo governo ha limiti impressionanti, a cominciare dal presidente del Consiglio. Si è autoproclamato avvocato del popolo, ma lui è l'avvocato dell'establishment da sempre, il professor Conte. Lo conosciamo bene. Il punto è che una volta di più ieri al Parlamento europeo si è dimostrata una mancanza di leadership italiana, che vediamo sul Venezuela, sulla politica economica...», ha aggiunto Renzi.