29 novembre 2021
Aggiornato 09:30
Sanità

Vaccini, il governo cambia idea: retromarcia sul rinvio dell'obbligo

In uno dei 600 emendamenti del Milleproroghe, a firma 5 stelle, chiesta l'abolizione della proroga dell'obbligo di vaccinazione per l'iscrizione scolastica

ROMA - Nuovo capitolo nell'annosa questione dei vaccini: la maggioranza fa retromarcia sul rinvio dell'obbligo di un anno e punta a chiudere di nuovo le porte di ingresso di materne e asili ai bambini non immunizzati. La questione è tutta contenuta in uno dei 600 nuovi emendamenti proposti per il decreto milleproroghe e porta la firma di due relatori del Movimento 5 stelle: Vittoria Baldino e Giuseppe Bompane, proponendo la soppressione del comma 3 dell'articolo 6 del decreto legge che prevede la proroga dell'obbligo di vaccinazione per l'iscrizione scolastica. Soddisfatta l'opposizione. «Ho detto che avrei giudicato il governo solo in base ai fatti - ha commentato su Twitter il virologo Roberto Burioni - sono felice che la ragione abbia prevalso, lo prendo come un segno di buon auspicio per tutto il resto».