17 ottobre 2019
Aggiornato 12:31

Gentiloni: «Governo? Non credo durerà per la legislatura»

Lo ha detto intervenendo questa mattina al Morning Show di Radio Padova, l'ex presidente del Consiglio Paolo Gentiloni: «Colpa delle difficoltà economiche che la sua azione ha provocato»

L'ex Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni
L'ex Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni ANSA

PADOVA - «Fare previsioni è sempre difficile, ma non credo che questo governo durerà per la legislatura». Lo ha detto intervenendo questa mattina al Morning Show di Radio Padova, l'ex presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. «Mi sembra che le difficoltà economiche che la sua azione ha provocato - aggiunge Paolo Gentiloni, riferendosi all'attuale governo - e che purtroppo si incrociano anche con un rallentamento dell'economia dell'Eurozona, renderanno impossibile mantenere anche gli ultimi tentativi delle promesse elettorali che sono state fatte. E questo non credo che renderà la vita del governo particolarmente lunga. Dopodichè speriamo che si riesca a fare almeno una legge di bilancio perché siamo al 17 di dicembre e ancora non ne abbiamo notizia».

Venendo alla politica interna al Pd Paolo Gentiloni smentisce eventuali ritorni di accordi con Massimo D'Alema, come paventato in maniera ostile dall'ex ministro Carlo Calenda«Io credo che un po' di rinnovamento è necessario - ha aggiunto l'ex presidente del Consiglio Paolo Gentiloni riferendosi a sè stesso - se tu hai svolto un ruolo così importante come quello del Presidente del Consiglio, e poi alla fine gli elettori hanno espresso il loro verdetto...» e lo stesso ragionamento vale anche per Massimo D'Alema, che ha portato l'ex ministro Carlo Calenda a lanciare strali su twitter. «D'Alema non rispunta per niente. Se rispuntasse D'Alema avrebbe ragione da vendere anche Calenda».

Zingaretti: «Se cade Governo si torna al voto» - Se dovesse cadere il governo «no, non darei una mano al M5s». Così il presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti, candidato alla segreteria del Pd, ospite degli studi di Agorà in onda su RaiTre. «Ovviamente c'è una prerogativa che riguarda il presidente della Repubblica, ma la mia posizione è molto chiara: credo che se dovesse cadere il governo sarebbe giusto tornare a dar parola agli elettori», aggiunge.