15 dicembre 2018
Aggiornato 07:00

Padoan: «Il Governo ha sprecato tempo e risorse»

Intervista dell'ex ministro al Sole24Ore: «Ormai la commissione ha proposto l'avvio della procedura e tutti i Paesi si sono detti d'accordo»
L'ex Ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan
L'ex Ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan (ANSA)

ROMA - «L'errore fondamentale è stato fatto all'inizio, quando il governo ha deciso di muoversi in direzione opposta alle regole europee accompagnando questa scelta con dichiarazioni spesso sopra le righe. A questo punto tornare indietro è molto, molto difficile». E' la posizione dell'ex ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan espressa in un'intervista al Sole24Ore.

SERVE FIDUCIA RECIPROCA - «Ormai la commissione ha proposto l'avvio della procedura e tutti i Paesi si sono detti d'accordo, per cui il quadro si è complicato. Nella mia esperienza ho visto che decisiva per il buon esito dei confronti è l'accumulazione di fiducia reciproca, un bene facile da distruggere ma poi difficile da ricostruire. Noi spiegavamo che le regole non andavano bene, ma che le avremmo rispettate proponendo nel frattempo di cambiarle. Il governo ha fatto una scelta diversa, con il risultato che in questi mesi si sono persi tempo e risorse preziose».

NODO POLITICO - «La natura strutturale dell'aggiustamento» della legge di bilancio «lo rende incompatibile con la pretesa dei due vicepremier di non toccare di fatto nulla nell'impianto di riforma delle pensioni e reddito di cittadinanza. L'idea di rinviarne l'applicazione di qualche mese, anzi, rischia di rendere ancora più ingestibili i conti sul 2020 e 2021. Senza sciogliere questo nodo politico è impossibile fare passi avanti».

GOVERNO POMPIERE - «Anche oggi assistiamo all'ennesima retromarcia del governo, questa volta sul dialogo con le imprese che hanno manifestato clamorosamente la loro contrarietà alla manovra e preoccupazione per lo scontro con l'Europa. È l'ennesimo dietrofront del Governo del fallimento, dopo quello sull'accisa aggiuntiva per i cittadini liguri e sulla stangata per chi acquista un'utilitaria, che hanno promesso di modificare ma che per il momento, con l'approvazione della manovra alla Camera, rimane ancora scritto nero su bianco nella legge di bilancio». Lo scrive in una nota il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.