21 ottobre 2019
Aggiornato 22:00

Maria Elena Boschi si racconta in tv: tra correnti da sciogliere, il Pd «da rifare» e «un'estate bellissima»

L'ex ministro del governo Renzi a L'Intervista di Maria Latella su Sky Tg 24 passa dall'analisi della situazione politica al racconto della sua estate

ROMA - Una lunga intervista che va oltre la politica. Maria Elena Boschi su Sky Tg 24 a L'Intervista di Maria Latella parte dall'analisi politica, soprattutto all'interno del suo partito, per poi lanciarsi in una serie di confessioni sulla sua vita personale. «Sono contraria all'ipotesi di uno scioglimento del Pd, forse vanno sciolte le correnti non il Pd, ma dobbiamo smetterla di litigare» ha spiegato l'ex Sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri del governo Gentiloni ed ex ministra per le riforme costituzionali e i rapporti con il Parlamento del governo Renzi. Un ritorno davanti ai riflettori in grande stile, e c'è già chi la vede come 'carta segreta' di Matteo Renzi per «prendersi il Pd».

Una settimana davanti ai riflettori
Negli ultimi giorni Maria Elena Boschi è andata spesso in tv dalla Lilli Gruber, poi da Nicola Porro e ora da Maria Latella. Poi una lunga intervista sull’inserto del Corriere 'Sette'. Una vera e propria pioggia di interviste condite da apparizioni letteralmente blindate in feste dell’Unità «renzianissime» - come le ha definite in un'analisi sul personaggio Il Secolo d'Italia - «in cui non rischiava fischi e pernacchie, come spesso le era accaduto negli ultimi mesi». Quasi «in missione in conto di Renzi».

Dalla cena di Calenda alle minacce di Casalino
Un'intervista a 360° che ha toccato tutti i temi del momento. Il primo passaggio è sulla famosa 'cena del Pd' organizzata da Calenda: «Non mi sono offesa per non essere stata invitata. Credo però che sia ridicolo pensare che i problemi del Pd possano essere risolti da una cena e credo che sia ancora più surreale che, in un momento in cui l'economia rischia di avere dei danni seri dal governo M5S-Lega, si parli della cena del Pd». Poi una domanda sull'affaire Casalino: «Credo che la scelta su Casalino sia del presidente del Consiglio, io lo avrei allontanato, ma non per lo stipendio. Se Conte doveva fare una scelta doveva farla quando Casalino ha minacciato di chiudere il Foglio». Ed eccoci alla polemica sullo stipendio: «Come è stato dimostrato questo governo spende più di Renzi e Gentiloni sulla comunicazione», ha aggiunto, mentre «hanno sempre detto che c'era bisogno di un tetto agli stipendi e Casalino può guadagnare seimila euro al mese, è la contraddizione che crea imbarazzo».

La sua vita personale
Quindi il 'gossip': «Non credo che interessi a nessuno, comunque no, non mi sono fidanzata» ha risposto a precisa domanda Mara Elena Boschi. Poi il racconto della sua estate: «Ho passato delle bellissime vacanze in famiglia e poi con gli amici. A ballare? Sono andata anche a ballare, non sono poi così anziana». E sul futuro? «Non ho mai detto di voler diventare presidente del Consiglio, la politica resta la mia priorità» ma «piano piano ricomincerò anche a fare l'avvocato».