Italia | Segreteria Renzi

Letta attacca Renzi: «Il Pd corre verso l'abisso»

L’affondo dell’ex premier contro il Segretario PD: «Sono state giornate terribili per il partito. Un regalo immeritato a Berlusconi e ai Cinquestelle»

Enrico Letta e Matteo Renzi
Enrico Letta e Matteo Renzi (ANSA)

ROMA - «Sono attonito per quel che è accaduto. Sia per il merito che per il metodo: durante questo fine settimana si è consumata una vicenda dai contorni tragici». Lo afferma, in un colloquio con la Stampa, Enrico Letta, parlando della definizione delle liste del Pd. Obiettivo a cui, nei giorni scorsi, aveva detto di guardare con curiosità e pessimismo.
«Nel rapporto con l'opinione pubblica - ragiona l'ex Premier - questa vicenda si traduce in un altro insperato e immeritato regalo a Berlusconi e ai Cinque Stelle. Una incredibile corsa verso l'abisso». Insomma, conclude, guardando alla corsa elettorale del Partito democratico «leggo i sondaggi e non soltanto per quelli, sono preoccupato».

Prodi: «Io ho sempre fatto politica con spirito coalizione»
«Le liste? Sono fuori dalla campagna elettorale, seguo con interesse e passione tutto, non credo di dovere dire nulla su questo... Quando ho fatto politica l'ho sempre fatta con lo spirito di coalizione, del mettere assieme diverse forze e radici sennò una pianta non è forte». Lo ha detto l'ex premier e fondatore dell'Ulivo Romano Prodi intervistato ad Agorà su Rai Tre.

Legge elettorale è una sciagura
«Questa legge elettorale è una sciagura» e «nella frammentazione delle forze politiche serve una legge che le ricomponga... Quindi o il Paese dopo le elezioni si mette a fare una legge elettorale che ricomponga il Paese stesso... Questo è il problema dell'avvenire del Paese». Lo ha detto l'ex premier e fondatore dell'Ulivo Romano Prodi intervistato ad Agorà su Rai Tre.