28 febbraio 2020
Aggiornato 04:00
La gabbia europea

L'Ue avverte l'Italia, Salvini: «Carta straccia»

Il segretario della Lega: «Se saremo al Governo per quanto mi riguarda la letterina in cui Bruxelles ci chiederà di fare altri tagli ai danni dei cittadini italiani finirà nella raccolta differenziata della carta»

ROMA - Nei suoi pareri pubblicati oggi la Commissione europea apprezza i risultati del processo di consolidamento dei conti pubblici messo in atto dal governo negli ultimi anni e per il 2018 riconosce la misura dello 0,3% per l'aggiustamento strutturale del bilancio. Lo affermano fonti del Mef in merito alle comunicazioni sul Pacchetto di autunno della Commisisone nell'ambito del semestre europeo. Dombrovskis e Moscovici, hanno aggiunto le fonti del Mef, chiedono al governo di spiegare alcuni aspetti delle misure di bilancio adottate per il 2017 e per il 2018. Il governo è fiducioso che attraverso il dialogo costruttivo con la Commissione potranno essere chiariti i diversi punti di vista, senza la necessità di ricorrere ad ulteriori interventi.

Salvini: carta straccia
«Qualunque avviso arrivi da un'Unione Europea che decide per sorteggio l'associazione delle agenzie europee per quello che mi riguarda è carta straccia. Se saremo al Governo per quanto mi riguarda la letterina in cui Bruxelles ci chiederà di fare altri tagli ai danni dei cittadini italiani finirà nella raccolta differenziata della carta». Lo ha detto il segretario della Lega Nord Matteo Salvini intervistato da Radio Cusano Campus.