14 novembre 2019
Aggiornato 00:00
Lotta al terrorismo

Di Stefano (M5S): «Contro l'Isis serve collaborazione di intelligence»

Così Manlio Di Stefano, Deputato del M5S della Commissione Esteri, ai microfoni del Tg2 sulle proposte del MoVimento 5stelle per contrastare il terrorismo internazionale: «Interrompere scambi economico e armi con Arabia Saudita e Qatar».

ROMA - «Interrompere ogni scambio economico e di armi con i Paesi che alimentano il terrorismo come ad esempio l'Arabia Saudita e il Qatar; aprire una vera collaborazione di intelligence con i Paesi come la Russia e il Nord Africa per combattere il nemico comune, che è appunto l'Isis; ritiro immediato delle truppe dall'Afghanistan utilizzando quei soldi per l'intelligence interna al nostro Paese perché la guerra oggi è in Italia, qui da noi in Europa, e non più a 6mila chilometri». Così Manlio Di Stefano, deputato del M5S della Commissione Esteri, ai microfoni del Tg2 sulle proposte del MoVimento 5stelle per contrastare il terrorismo internazionale.

Scotto (Si): Da Italia maggiore determinazione su terrorismo
«Domani saremo da Renzi per il tavolo dei capigruppo contro il terrorismo. Un'iniziativa utile in un momento così drammatico dell'Europa. E' necessario dare un segnale di coesione, ma anche di determinazione maggiore». Lo afferma Arturo Scotto capogruppo dei deputati di Sinistra Italiana.
«Serve - prosegue il capogruppo di Sinistra - una strategia per bonificare i giacimenti d'odio che non può essere solo ed esclusivamente militare. Nizza lo insegna, purtroppo».