8 aprile 2020
Aggiornato 18:00
La minoranza Fi contro il patto con Renzi

Bianconi: «Al Nazareno crede solo Berlusconi»

Si torna a parlare di patto del Nazareno e stavolta è il deputato di Forza Italia Maurizio Bianconi a dirsi fortemente in disappunto con un accordo preso tra due persone singole - Silvio Berlusconi e Matteo Renzi - che non tiene alcun conto delle compagini politiche. Per Bianconi il patto del Nazareno sarebbe Renzi, che la userebbe come una «pistola puntata» per 'minacciare' gli altri partiti.

ROMA - Torna l'attrito in casa Forza Italia e l'argomento cocente è - ancora - l'ormai celeberrimo patto del Nazareno, ormai leitmotive della scena politica italiana. Nel partito di Silvio Berlusconi non tutti sembrano essere d'accordo con le decisioni prese dal leader azzurro. Disaccordo scaturito in modo particolare dal fatto che il partito di centrodestra scenda a compromessi con il leader del centrosinistra e presidente del Consiglio, Matteo Renzi. A parlare oggi è il deputato di Forza Italia, Maurizio Bianconi, che si dice fortemente contrariato dalle posizioni del leader di Fi in relazione ad un accordo che è tutto concentrato su due sole persone - Berlusconi e Renzi - senza tener alcun conto delle formazioni politiche interessate.

LA PISTOLA PUNTATA DI RENZI«Il patto del Nazareno non esiste, è un accordo a due tra Renzi e Berlusconi, di nessun valore per le rispettive compagini politiche. Siamo a un punto di degrado incredibile, questo accordo riguarda solo loro, non noi». Così il deputato di Forza Italia, Bianconi, intervistato a Radio Città Futura, è entrato nel merito della riforma della legge elettorale: «L'unico che vuole questa legge elettorale, per metterla nella scrivania e tenerla come una pistola puntata, ma non vuole andare a votare, è Renzi. Ma ecco - ha detto Bianconi - qual è il pericolo vero: lui ignora il fatto che, per forza inerziale, nelle democrazie parlamentari, quando si cambia legge elettorale, si va subito a votare, perché la legge elettorale è fatta su misura in quella immagine lì, nella fotografia di quel momento».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal