24 giugno 2021
Aggiornato 14:30
Centrodestra | Forza Italia

Berlusconi: «Grillo è stanco io invece più in forma che mai»

L'ex Premier ad una iniziativa di Forza Italia contro le tasse sulla casa: «Un miracolo FI al 16% senza di me. Preferenze e voto di scambio non ci appartengono. Riforme sono anche nostre, ma siamo all'opposizione».

ROMA - «Grillo è stanco, io invece mi sento più in forma che mai». Lo ha detto Silvio Berlusconi in collegamento telefonico con un'iniziativa di Forza Italia contro la tassa sulla casa.

Un miracolo FI al 16% senza di me - «Molto presto tornerò ad essere presente sul territorio» perciò «è miracoloso che siamo ancora al 16%, considerando da quanto tempo non vado in giro per l'Italia».
«Me ne hanno fatte di tutti i colori. Ho subito attentati su tutti i fronti», ha ricordato l'ex premier «sono mesi che non posso muovermi da Arcore. Posso andare a Roma solo due giorni a settimana».

Preferenze e voto di scambio non ci appartengono - «La politica delle preferenze e del voto di scambio non ci appartiene. Qualcuno la vuol fare tornare in Fi».
L'ex premier ha ribadito che «i moderati sono la maggioranza numerica del paese. Dobbiamo a riunirli in maggioranza politica» e per farlo a suo avviso «dobbiamo abbandonare la politica degli slogan e delle agenzie».

Riforme sono anche nostre, ma siamo all'opposizione - «Noi siamo all'opposizione! Noi non condividiamo per niente la politica economica di questo governo».
«Queste non sono le riforme della sinistra, sono le nostre riforme», ha detto riferendosi a quella costitituzionale e ricordando che «noi le riforme costituzionali le avevamo fatte, ma la sinistra ha abrogato tutto con un referendum».
«Noi - ha poi aggiunto l'ex premier - non siamo come la sinistra, noi siamo coerenti, non possiamo fare la politica del tanto peggio». E infine un giudizio severo sulla riforma della giustizia, quella che «hanno iniziato a votare alla Camera fa schifo!».