16 luglio 2024
Aggiornato 06:00
Forza Italia unita contro l'Italicum di Palazzo Chigi

Romani: il faccia a faccia Cavaliere-premier è saltato

Per il capogruppo di Forza Italia al Senato, ancora nessuno conferma sull'incontro tra Berlusconi e Renzi. Sulla legge elettorale dichiara che, pur disponibile al confronto, il suo partito non accetterà diktat. Ma la Boschi annuncia un nuovo confronto con Fi «in tempi rapidi»

ROMA - «In agenda non c'è ancora nessun incontro» tra Berlusconi e Renzi, «sarà verificato nelle prossime ore». Lo dice alle telecamere il capogruppo di Forza Italia al Senato, Paolo Romani, al termine del comitato di presidenza del partito.

SULLA LEGGE ELETTORALE NESSUN DIKTAT - E sulla legge elettorale, Romani è schietto: «Siamo disponibili al confronto», ma «non accettiamo diktat», quindi «ci aspettiamo che vengano ritirate le nuove modifiche alla riforma elettorale che non sono state concordate con noi», decise invece al vertice di maggioranza di ieri sera.

BRUNETTA: SE VUOLE MODIFICARE L'ITALICUM, RENZI CERCHI CONVERGENZE - «Noi siamo per la riforma elettorale come uscita dalla Camera. Potremmo approvarla nei prossimi giorni. E' Renzi che, se vuole fare delle modifiche, ha l'obbligo di cercare delle convergenze. Noi non accettiamo diktat ma non usciamo nemmeno dal tavolo delle riforme». Lo ha detto il capogruppo di Forza Italia alla Camera, Renato Brunetta, parlando davanti alle telecamere al termine del comitato di presidenza. Dello stesso avviso Maurizio Gasparri, che twitta: «Riforme: non rompere, non subire»

BOSCHI: CONFRONTO CON FI IN TEMPI RAPIDI - L'incontro previsto per domani tra Renzi e Berlusconi sulla legge elettorale non è ancora confermato, ma è possibile che avvenga «in tempi rapidi», dopo le dichiarazioni del leader di Fi. Lo ha detto al Tg3 il ministro per le Riforme Maria Elena Boschi: «Non posso confermare l'incontro di domani, non so se ci sarà. Non so sia stato confermato. Alla luce delle dichiarazioni del presidente Berlusconi sulla volontà di trovare un accordo sulla legge elettorale immagino che possa esserci un nuovo confronto con Fi in tempi rapidi».​