28 febbraio 2020
Aggiornato 01:00
Partiti | Primarie PDL

Schifani: Lista Berlusconi? Nulla di certo

Il Presidente del Senato: La lista Berlusconi per una nuova Forza Italia? «Non do giudizi preventivi» su cose in divenire ma, «dinanzi ad eventi certi potrò esprimermi in piena serenità». Fini: Berlusconi in campo? Non so e non mi interessa. Matteoli riunisce i suoi: Divisi è iattura, uniti si vince. Alemanno: Berlusconi non è rinnovamento, ora leader nuovo

ROMA - La lista Berlusconi per una nuova Forza Italia? «Non do giudizi preventivi» su cose in divenire ma, «dinanzi ad eventi certi potrò esprimermi in piena serenità». Lo ha detto il presidente del Senato, Renato Schifani, rispondendo a una domanda dei giornalisti sulla possibilità che Berlusconi faccia una lista propria.
Schifani ha spiegato che «da quando sono presidente del Senato non partecipo, non ho partecipato e non parteciperò a momento congressuali» e iniziative «del partito dal quale provengo. È una regola che mi sono dato. Men che meno dò giudizi preventivi» su cose che ancora non ci sono ma, ha sottolineato, quando ci saranno anche lui prenderà posizione.

Fini: Berlusconi in campo? Non so e non mi interessa - Berlusconi torna in campo? «Non lo so e francamente non mi interessa». Lo ha affermato il presidente della Camera, Gianfranco Fini, ospite a Ballarò.
E' un dato irrilevante? «E' tutt'altro che irrilevante» ha risposto.

Matteoli riunisce i suoi: Divisi è iattura, uniti si vince - Si è tenuta una riunione convocata dal senatore del Pdl Altero Matteoli cui hanno partecipato più di trenta parlamentari nazionali e numerosi consiglieri regionali per esaminare la situazione politica alla luce del dibattito in corso nel partito.
«In questo ultimo anno - si legge in un comunicato emesso a fine incontro - abbiamo votato il governo Monti privilegiando l'interesse nazionale pur nella consapevolezza che molti provvedimenti dell'esecutivo hanno colpito in particolare il nostro elettorato di riferimento. I risultati, come è evidente, sul piano sociale ed economico non sono stati positivi. Le imprese chiudono, le famiglie stanno molto peggio, i consumi precipitano, le professioni sono in stato di agitazione, tutti i dati economici sono peggiorati».

Alemanno: Berlusconi non è rinnovamento, ora leader nuovo - «Nutro il massimo rispetto per Berlusconi ma non può rappresentare lui il rinnovamento del centrodestra. Se si vuole candidare nessuno puo' impedirglielo ma serve un leader nuovo e non ritornare a vent'anni fa». Lo afferma il sindaco di Roma Gianni Alemanno, a margine di un convegno della Fondazione Farefuturo, chiedendo di proseguire sulla strada delle primarie.