24 giugno 2019
Aggiornato 22:00
Politica & Inchieste | Il caso Lusi

Lusi, Castagnetti: Votai da solo contro il consuntivo 2009

C'è il pericolo che la Seconda Repubblica venga sepolta da una crisi morale. Arturo Parisi sentito dai Pm di Roma su fondi Margherita. Lanzillotta: No al patteggiamento, serve trasparenza

ROMA - Sulla vicenda Lusi, il deputato ex Margherita ora espulso dal Pd, interviene l'onorevole Pierluigi Castagnetti con un'intervista rilasciata a Il Messaggero. «Io sono sconvolto. Questa vicenda - sottolinea Castagnetti - è di una gravità assoluta. Rischia di rappresentare un colpo mortale per un sistema politico già in crisi e che deve fronteggiare un'ondata di anti-politica pari a quella dei tempi di Tangentopoli. Il pericolo è che anche la Seconda Repubblica venga sepolta proprio a causa di una crisi morale, che è stata sottovalutata».
Sui bilanci della Margherita, Castagnetti afferma: «Io ho votato contro il consuntivo 2009 che ci fu sottoposto». E fu, secondo il deputato, il solo a farlo. «Non è che avessi riscontrato chissà che cosa. Ma vi erano delle voci troppo sintetiche e troppo riassuntive che avrebbero dovuto essere maggiormente dettagliate».

Arturo Parisi sentito dai Pm di Roma su fondi Margherita - E' durata poco più di un'ora l'audizione dell'esponente del Pd, Arturo Parisi, davanti ai magistrati della Capitale, nell'ambito dell'inchiesta sull'ammanco da 13 milioni di euro dalle casse del movimento della Margherita. Il 31 gennaio scorso il parlamentare, intervenendo su questa vicenda, ha ricordato a suo tempo dell'esistenza di «alcune voci opache» nel bilancio.
Per il deputato Pd, insomma, si trattava di «somme consistenti in uscita». Per questo motivo, chiese «una sospensione che venne rifiutata». Per i prossimi giorni il pm Stefano Pesci ha messo in calendario l'audizione di altri esponenti della Margherita, come Renzo Lusetti ed Enzo Carra od altri firmatari del ricorso presentato al tribunale civile rispetto alla validità dei rendiconti del partito.

Lanzillotta: No al patteggiamento, serve trasparenza - «Trovo la vicenda Lusi sconvolgente e orrenda. Non dubito della buona fede e dell'onestà dei dirigenti della Margherita. C'è stato però un eccesso di delega, quando si amministrano risorse collettive ci dovrebbero essere più controlli al di là delle relazioni fiduciarie». Lo ha detto Linda Lanzillotta, deputato Api, ospite di Agorà su Rai Tre, sottolineando di «aspettarmi ora che si dica no al patteggiamento e si chieda una discussione trasparente affinché tutti i cittadini possano rendersi conto di cosa è accaduto».