23 maggio 2024
Aggiornato 08:30
Quattro ore di interrogatorio per il Senatore

Lusi ai PM: Avevo mandato fiduciario

I Difensori chiederanno il ritorno in libertà per il loro assistito. Sabato scorso da piazzale Clodio è stata diffusa la notizia che lo stesso Lusi è accusato anche di calunni proprio per quanto riferito nei confronti di Rutelli e di altri esponenti politiche che appartenevano alla Margherita

ROMA - E' durato circa quattro ore l'interrogatorio di Luigi Luisi davanti agli inquirenti della Procura di Roma. L'atto istruttorio si è svolto nel carcere di Rebibbia davanti al pm Stefano Pesci ed all'aggiunto Alberto Caperna. Il senatore, indagato per l'ammanco di oltre 25 milioni di euro dalle casse della Margherita, ha sostanzialmente ribadito quanto già riferito nei precedenti interrogatori sia ai pm che al Gip in sede di garanzia. «Avevo un mandato fiduciario», avrebbe spiegato.

CI FU UN ACCORDO VERBALE - Illustrando alcuni passaggi dello Statuto della Margherita, Lusi ha ribadito come nel 2009 l'allora presidente del partito, Francesco Rutelli, non avesse favorito il rinnovamento delle cariche attraverso la convocazione del congresso. Lusi ha anche insistito davanti ai magistrati sul presunto accordo 60/40 tra le diverse anime della formazione politica scioltasi nel 2007.
Lusi ha comunque ammesso che la presunta gestione fiduciaria era stata a lui affidata con un accordo verbale ma non scritto. Questa ricostruzione, a parere di chi indaga, non sposta di molto la questione.

L'ACCUSA DI CALUNNIA - Sabato scorso da piazzale Clodio è stata diffusa la notizia che lo stesso Lusi è accusato anche di calunnia proprio per quanto riferito nei confronti di Rutelli e di altri esponenti politiche che appartenevano alla Margherita.

DIFENSORI CHIEDONO LA LIBERTA' PER IL SENATORE - I difensori di Lusi, gli avvocati Luca Petrucci e Renato Archidiacono, hanno annunciato ai Magistrati la presentazione di un'istanza per far tornare in libertà il loro assistito. I legali hanno sottolineato che lo stesso Lusi ha dato tutti i chiarimenti riguardo alla vicenda e sono a loro parere venute meno le esigenze cautelari. Lusi, tramite gli avvocati, ha anche consegnato il passaporto di parlamentare.