9 luglio 2020
Aggiornato 03:30
Emergenza coronavirus

Macron: «Misure come in Italia? Sproporzionate e controproducenti»

Così il Presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, incontrando la stampa in seguito al Consiglio Europeo straordinario in videoconferenza sul Coronavirus

Video Agenzia Vista

PARIGI - «Ogni Paese adesso è contagiato. Se avessimo deciso di chiudere i confini alcuni mesi fa, ho avuto occasione di dirlo a Napoli, non sarebbe stato efficace perché abbiamo visto che bastano pochi viaggiatori per diffondere il virus. Bisogna rimanere lucidi, innanzitutto ascoltare gli scienziati e fare tutto il possibile per rallentare il contagio. Perchè? Perchè se lo rallentiamo ci organizziamo meglio ed evitiamo anche che ci sia una pressione troppo forte e troppo veloce per il sistema sanitario. Questo è quello che ci avete visto fare per settimane, organizzarci meglio. E’ su questo che sta lavorando il Governo». Così il Presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, incontrando la stampa in seguito al Consiglio Europeo straordinario in videoconferenza sul Coronavirus.

«La coordinazione europea è più efficace»

«Questo è quello che dovremmo fare, le misure di chiusura e di limitazione della vita sociale vogliamo che siano sempre proporzionate. Perchè? Perchè deve essere utile e perchè siamo solo all’inizio dell’epidemia e se prendiamo misure sproporzionate sono misure con cui non possiamo vivere nel futuro e sarebbero controproducenti. Credo che siano cattive decisioni, la coordinazione europea è più efficace. Le misure di contenimento delle Regioni che sono contagiate sono più efficaci, le misure di responsabilizzazione delle persone malate, di restare a casa sono molto più efficaci».