24 febbraio 2020
Aggiornato 19:30
Renzi: prima si dimette e meglio è

«Il Sud Europa spende per donne e alcol e poi chiede aiuto». Bufera sul presidente dell'Eurogruppo

Parole pesanti e discriminatorie contro i Paesi dell'Europa meridionale che creano nuove tensioni nel vecchio continente quelle pronunciate dal presidente dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem

https://adv.diariodelweb.it/video/askanews/2017/03/20170322_video_13095186.mp4

BRUXELLES - Parole pesanti e discriminatorie contro i Paesi dell'Europa meridionale che creano nuove tensioni nel vecchio continente. Il presidente dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, in un'intervista al quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung si è lasciato andare a battute pesantissime contro Paesi del sud come Italia e Spagna: "Spendono tutti i soldi per alcol e donne e poi chiedono aiuto" ha detto parlando della crisi dell'euro in cui i Paesi del Nord hanno dimostrato solidarietà con i Paesi più colpiti.

"Non puoi spendere tutti i soldi per alcol e donne e poi chiedere aiuto"
"Come socialdemocratico dò molta importanza alla solidarietà, ma hai anche degli obblighi, non puoi spendere tutti i soldi per alcol e donne e poi chiedere aiuto». Queste le parole hanno scatenato l'ira degli eurodeputati mediterranei, che gli hanno chiesto pubblicamente di scusarsi.

La replica di Renzi: "Prima si dimette meglio è"
"Prima si dimette meglio è. Per lui ma anche per la credibilità delle istituzioni europee" ha scritto su Facebook Matteo Renzi. Ma l'olandese è ben lungi da scusarsi e ha ribadito che non voleva attaccare nessun paese in particolare ma che le regole europee sono una questione seria e vanno rispettate.