17 ottobre 2019
Aggiornato 23:00
E intanto avvia la deregulation di Wall Street

Muslim ban, giudice Usa blocca decreto anti-immigrati. Trump: ridicolo

Un giudice federale di Seattle ha bloccato il decreto immigrati del presidente americano che ha scatenato reazioni di sdegno e manifestazioni in tutto il mondo. La Casa Bianca ha subito promesso battaglia contro la decisione

SEATTLE - Un giudice federale di Seattle ha bloccato il decreto immigrati del presidente americano Donald Trump che ha scatenato reazioni di sdegno e manifestazioni in tutto il mondo. La Casa Bianca ha subito promesso battaglia contro la decisione che blocca temporaneamente la legge che vieta l'ingresso negli Stati Uniti ai cittadini di sette Paesi musulmani.

Mani anche su Wall Street con la Dodd-Frank?
Washington intanto continua a lavorare su più fronti per portare avanti le promesse fatte da Trump in campagna elettorale. Il presidente degli Stati Uniti ha firmato l'ordine esecutivo che apre la strada a una revisione della Dodd-Frank, la legge del 2010 voluta da Barack Obama che stabilisce regole molto restrittive per le banche d'affari della Borsa di New York.

Mattis: "Iran più grande Stato che sostiene il terrorismo al mondo"
E a poche ore dalle sanzioni contro Teheran imposte da Trump, da Tokyo, il segretario della Difesa americano James Mattis, ha rincarato la dose: "Per quanto riguarda l'Iran, è il più grande Stato che sostiene il terrorismo al mondo", ha dichiarato il capo del Pentagono dopo aver ribadito la solidità dell'alleanza col Giappone e le accuse alla Cina di destabilizzare l'area asiatica. Quanto all'Iran, per tutta risposta alle sanzioni, definite "umilianti" dai Guardiani della Rivoluzione ha subito avviato esercitazioni militari con missili.