30 novembre 2021
Aggiornato 20:00
Stati Uniti

Donald Trump torna all'attacco: «C'è Washington dietro l'inchiesta contro la Trump Organization»

C'è la capitale, a parere dell'ex Presidente americano, dietro l'inchiesta penale che la procura di New York sta conducendo contro la Trump Organization e il suo direttore finanziario, Allen Weisselberg

Donald Trump torna all'attacco: «C'è Washington dietro l'inchiesta contro la Trump Organization»
Donald Trump torna all'attacco: «C'è Washington dietro l'inchiesta contro la Trump Organization» Pixabay

Donald Trump non demorde: l'ex presidente repubblicano degli Stati Uniti punta il dito contro la Casa Bianca e l'attuale presidente Joe Biden, designati con l'etichetta «Washington». C'è la capitale, a suo parere, dietro l'inchiesta penale che la procura di New York sta conducendo contro la Trump Organization e il suo direttore finanziario, Allen Weisselberg.

Trump ha parlato nel corso di una intervista andata in onda giovedì sera, affermando che un'inchiesta di questo tipo «non ha precedenti» e suggerendo che il procuratore distrettuale di Manhattan, Cyrus Vance Jr, sarebbe parte di un complotto che vuole impedire all'ex presidente di candidarsi di nuovo alla Casa Bianca.

«Lo fa, secondo me, perché glielo hanno detto da Washington. E lui ascolta perché magari andrà a lavorare a Washington» ha detto Trump. «Non è mai successo nella storia della città. Io ho preso 75 milioni di voti. Non vogliono che io corra di nuovo. Una cosa così non è mai successa prima, e non credo che la gente lo tollererà». Alle ultime elezioni di novembre 2020, Trump ha ottenuto 74,2 milioni di coti popolari contro gli 81,4 milioni di voti del democratico Joe Biden.

Trump addebita oltre 10.000 $ di affitto ai servizi segreti

Il golf club dell'ex presidente Donald Trump a Bedminster, nel New Jersey, ha addebitato ai servizi segreti circa 10.200 dollari per le camere degli ospiti utilizzate dagli agenti che proteggono Trump. Dai documenti pubblici rilasciati sono state oscurate le tariffe notturne. Da quando Trump ha lasciato l'incarico a gennaio, i contribuenti statunitensi hanno pagato oltre 50.000 dollari per le stanze utilizzate dagli addetti alla sua protezione. Quando l'ex presidente viveva a Mar-a-Lago, in Florida, l'addebito è stato di oltre 40.000 dollari.

Gli esperti legali hanno affermato che non esistono leggi che vietino alla società di Trump di addebitare l'affitto dei servizi segreti nelle sue proprietà, durante o dopo la sua presidenza. Le società di Trump hanno addebitato al governo più di 2,5 milioni di dollari durante la sua presidenza, secondo un'analisi del Washington Post sui report delle spese federali. I costi sono legati all'ospitalità offerta nelle strutture del presidente di rappresentanti dei governi in visita ufficiale, a cui andavano sommate le spese per la sicurezza. Come ex presidente, Trump ha diritto a una pensione governativa di 219.000 dollari all'anno.