25 giugno 2017
Aggiornato 16:00
La reazione di Putin

Putin attacca: ambasciatore russo ucciso per sabotare la pace in Siria

Il presidente russo ha definito l'omicidio dell'ambasciatore russo in Turchia, avvenuto ad Ankara, una provocazione con l'obiettivo di sabotare il riavvicinamento tra Mosca e Ankara e gli sforzi per raggiungere la pace in Siria

MOSCA - Il presidente russo Vladimir Putin ha definito l'omicidio dell'ambasciatore russo in Turchia, avvenuto ad Ankara, una provocazione con l'obiettivo di sabotare il riavvicinamento tra Mosca e Ankara e gli sforzi per raggiungere la pace in Siria. "Il crimine che è stato commesso è senza alcun dubbio una provocazione diretta a sabotare la normalizzazione delle relazioni russo-turche e il processo di pace in Siria, attivamente portato avanti da Russia, Turchia e Iran", ha dichiarato Putin alla televisione russa. "Ci può essere una sola risposta a questo attentato, incrementare la lotta contro il terrorismo e farlo percepire ai banditi che lo sostengono", ha concluso il presidente russo.